Il TCDSB sfida il ministro Hunter sul progetto

di Redazione del June 23, 2017
Il provveditorato cattolico reagisce alla lettera sul Columbus Centre. 
 
Il denaro e il fascino di poterne acquisire di più a volte distorce la visione e l’obiettivo. Mette alla prova amicizie, nutre le divisioni, alimenta il fuoco di un interesse personale smodato e promuove la lingua e il vocabolario che offusca la linea che separa la “interpretazione” dai “fatti”.
Il progetto proposto per il terreno a Dufferin e Lawrence, visionato da uno sviluppatore privato, for-profit, che va sotto il nome di Villa Charities Inc. (VCI) ha un valore di mercato al dettaglio stimato tra i 1,2 ai 1,5 miliardi di dollari, valutato in relazione al mercato edile odierno.
Non è chiaro come lo sviluppo delle proprietà tenute su fiducia per la comunità da una organizzazione di beneficienza e non for-profit possa compiere questo senza demolire un edificio su Dufferin Street appartenente al Daughters of St Paul o senza abbattare la chiesa, St Charles Borromeo, o il Columbus Centre.
Il Board di Villa Charities è stato dotato di un potenziale partner (il Toronto Catholic District School Board) che avrebbe ottenuto per loro il  consenso pubblico, se non il supporto, una volta che le suore, Daughters of St. Paul, e il Cardinal avrebbero risposto con  un “no, grazie”.
La nuova partnership ha proposto un edificio per uso condiviso che rimpiazzasse la Dante Alighieri e il Columbus Centre, due icone definite come “inadeguate”, “dilapidate”, “vecchie, consumate” e “decrepite”.
La prima è stata costruita nel 1975 e ampliata due volte da allora. La seconda una struttura che ha ssunto la sua forma ultima nel 1980.
Nel 2011 il ministero dell’Istruzione ha “approvato” 32,8 milioni di dollari per una scuola che rimpiazzasse la Dante... così come l’approvazione di entrare in uno spazio condiviso in partnership con VC per un edificio finalizzato all’istruzione e alla cultura delle arti”... Il bisogno, così è stato detto, era urgente.
Questo è accaduto sei anni fa. Il sito web e le fonti dalla TCDSB hanno indicato una diminuzione delle iscrizioni alla Dante del 33%. Un nuovo edificio progettato dal TCDSB prevede alloggi per soli 950 studenti, con a differenza ai 1400 registrati quando le circostanze erano urgenti.
Nel frattempo, la comunità e l’esitazione politica ha raggiunto un urlo assordante. In una lettera del 16 giugno 2017, il ministro, ha ricordato al TCDSB che “dovrà ottenere l’approvazione dal ministero in modo tale che si proceda a un’offerta per il progetto”. Nei sei anni intercorsi dalla prima indicazione sulla disponibilità di denaro su una base “d’urgenza”, il Board “non ha ancora chiesto tale approvazione”, scrive il ministro. Perché no?
Per maggior chiarezza, il ministro avvisa che le tantissime preoccupazioni portate alla sua attenzione devono essere indirizzate “prima che venga presentata l’approvazione per procedere all’offerta”. Il TCDSB ha incontrato i membri del Board di Villa Charities il 20 giugno 2017.
Secondo qualcuno dei presenti, l’incontro ha suggerito bruschi e “vigorosi” dibattiti. Alla fine, il TCDSB, malgrado la lettera e la tempesta che si è abbattuta sul dibattito nel quale si sta coinvolgendo, decide di “resistere” e proseguire con l’appello del VCI all’OMB. Perché?
 

Potrebbero interessarti...

Toronto - La Premier Wynne è entrata nel sistema elettorale, quindi capirà l’analogia con la Palla a Canestro.  Ha proposto  per domani un incontro con Joe Mancinelli (nella foto), vice presidente internazionale del LiUNA, il sindacato più grande nel settore edilizio del Canada. Secondo le cifre, solo nella GTHA i suoi distretti  vantano circa 70mila tesserati.
Wynne cercherà di rimettere in gioco la palla (politica) contro un pressing totale. E la squadra LiUNA potrebbe anche decidere di uscire dal campo. Potrebbe risultare disastroso perché, se non “alleati”, il governo liberale e il sindacato sono stati tradizionalmente “amici”, per reciproci interessi.
Poi, negli ultimi dieci giorni, dopo aver rivisto la Legge di Stabilità ( Bilancio) nel suo insieme, gli addetti e i legali del LiUNA hanno evidenziato cambiamenti proposti sugli “Ordini di Designazione” stabiliti nei primi anni ’70, ai sensi della legge sulle relazioni lavorative.
Il Budget Omnibus Bill copre una varietà di leggi che necessitano di emendamenti, che vanno messi in atto, una volta approvato il Bilancio. Uno di questi include la Schedule 14, ai sensi del Labour Relation Act (emendato nel 1995).
Sotto la Legge risalente al 1974, “Gli ordini della Designazione” aveva assegnato alcuni sindacati e le loro sedi giurisdizionali in specifiche aree geografiche in base a determinati impieghi. Il governo di quel tempo, con a capo il premier Bill Davis, con l’idea di creare una certa stabilità lavorativa nel settore economico dove i lavoratori venivano sfruttati e gli esborsi per gli appalti erano all’ordine del giorno.

Comments are closed.

Il quotidiano italiano in Canada
© Copyright M.T.E.C. Consultants LTD.
3800 Steels Ave. W., Suite 300, Vaughan ON, Canada
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.