CorrCan Media Group

i precendenti in Scozia e Quebec Indipendentismo, tra legalità e l’ascolto della voce del popolo

i precendenti in Scozia e Quebec Indipendentismo, tra legalità e l’ascolto della voce del popolo

Catalogna – Referendum 
 
Toronto – Il referendum catalano pone diverse questioni riguardo la sua legittimità e la conseguente validità di quel 90 per cento di voti per il sì alla secessione da Madrid.
Guardando alla storia dei movimenti indipendentisti, l’esempio più recente di referendum è quello svoltosi in Scozia nel settembre del 2014. In quel caso il no alla separazione dal Regno Unito vinse con il 55 per cento dei voti, ma la consultazione era stata frutto di un accordo tra il governo di Londra e quello scozzese, il cosiddetto Accordo di Edimburgo. Le modalità di svolgimento erano state stabilite con un disegno di legge e la votazione aveva ricevuto l’assenso reale.
Anche in Quebec i referendum del 1980 e del 1995 ebbero esito negativo per gli indipendendisti, e in entrambi i casi avevano ricevuto l’approvazione del governo federale. Nonostante ciò però in seguito alla seconda votazione si scatenarono polemiche e dibattiti che portarono alla decisone della Corte Suprema canadese di dichiarare illegale l’eventualità di una secessione unilaterale del Quebec.
Sarà da vedere ora come Spagna e Ue concilieranno legalità ed espressione popolare.
More in Letters to the Editor