Vaccinazioni, un problema che cambia ogni giorno

di Priscilla Pajdo del January 11, 2021

TORONTO - I canadesi sono stati veloci a criticare il ritmo nazionale delle vaccinazioni Covid-19. Da quando il primo vaccino è stato somministrato un mese fa, il ritmo ha guadagnato slancio. Tanto che il premier dell’Ontario Doug Ford prevede che la Provincia sarà senza vaccini entro la fine di questa setti-mana.

Dopo un lento avvio dell’implementazione del vaccino della provincia, l’Ontario ha ricalibrato tutto per somministrare le inoculazioni.

Nelle ultime 24 ore, i funzionari sanitari hanno somministrato oltre 15.000 dosi. Secondo il Covid-19 Vaccination Tracker Canada, al 9 gennaio, l’Ontario la prima provincia nel Paese con oltre 103.260 dosi somministrate dal 14 dicembre 2020.(grafico 1).

Entrambi i vaccini Pfi zer-BioN-Tech e Moderna Covid-19 richiedono due dosi distanti almeno tre settimane per l’immunizzazione completa.

Ad oggi, 5.880 persone hanno completato le vaccinazioni, ricevendo anche l’iniezione di richiamo.Ora la preoccupazione è se l’offerta possa tenere il passo nei 19 siti di vaccinazione in tutta la provincia.

Durante il fine settimana, l’University Health Network ha esaurito le scorte, anche se c’erano 3.000 persone prenotate per ricevere la loro dose.

La carenza di approvvigionamento non riguarda solo le cliniche vaccinali dell’area di Toronto. Anche l’ospedale di Ottawa sta vivendo una carenza di vaccini che influenzerà le operazioni nelle cliniche di vaccinazione fino all’arrivo di nuove spedizioni.

Questa settimana, l’Ontario dovrebbe ricevere circa 80.000 dosi del vaccino Pfizer e circa 56.000 del vaccino Moderna con altre a seguire nelle settimane successive.

Il premier Ford ha chiesto al governo federale di acquistare più vaccini. Venerdì il primo ministro Justin Trudeau ha detto che sta lavorando con i produttori per velocizzare il ritmo delle consegne in modo che più canadesi possano vaccinarsi prima.

“Speriamo - ha aggiunto - che tre milioni di canadesi siano vaccinati entro la fine di marzo”.

Il comandante militare che guida la task force federale sui vaccini, il generale maggiore Dany Fortin, dice che il Canada dovrebbe ricevere sei milioni di dosi di entrambi i vaccini entro la fine di marzo.

Non tutti coloro che vogliono ottenere un vaccino potrebbero riceverlo prossimamente. Solo i gruppi prioritari hanno questo privilegio, tra cui: operatori sanitari in prima linea, residenti di case di cura a lunga degenza e alcune popolazioni indigene.

Finora, con 545.250 dosi somministrate, lo 0,76% della popolazione canadese ha ricevuto almeno una dose.

Secondo Our World in Data, che misura quanti vaccini somministrati ogni 100 persone, il tasso del Canada è allo 0,78. C’è ancora spazio per migliorare rispetto a paesi come l’Italia a 0,98 e gli Usa a 2,02 (grafico 2).

La strategia vaccinale israeliana sembra funzionare ancora meglio Con un tasso di 20,81, sono leader a livello mondiale nel numero di vaccini somministrati per popolazione. Forse il fattore geografico relativamente più piccolo e una popolazione più centralizzata possono funzionare a loro vantaggio.

Comunque, il Canada deve darsi da fare se spera di recuperare il ritardo.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
© Copyright M.T.E.C. Consultants LTD.
3800 Steels Ave. W., Suite 300, Vaughan ON, Canada
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.