Prassi dei consumatori durante il Covid-19

di Priscilla Pajdo del November 23, 2020

TORONTO - L'implementazione delle misure di lockdown a causa del Covid-19 all'inizio della primavera ha determinato una trasformazione delle abitudini di spesa dei consumatori.
Mentre era costretta a rimanere a casa la gente ha ridefinito le priorità di ciò che era essenziale e sono passate allo shopping online. In preda al panico per fare scorta di generi alimentari e merci non deperibili, gli acquirenti hanno afferrato articoli molto richiesti come disinfettante per le mani e carta igienica.
Secondo JP Morgan Research, un team di analisi e consulenza sugli investimenti leader del settore, a seguito di un tasso di crescita fisso tra l'1-2% da un mese all'altro, l'industria alimentare statunitense ha registrato un enorme picco da marzo, fino al 20% a maggio di quest'anno (Grafico 1).
Allo stesso modo, nella categoria dei prodotti per la salute e la cura della persona, la crescita del mercato è aumentata dall'1% a marzo al 17% a maggio, quando le restrizioni del lockdown hanno cominciato ad essere allentate.
Durante i mesi primaverili ed estivi, l’"acquisto causato dal panico" di alcuni articoli si è normalizzato quando gli acquirenti hanno rivolto altrove la loro attenzione. Le tendenze dei consumatori nella spesa discrezionale si sono spostate verso acquisti che hanno migliorato l'ambiente circostante poiché più persone rimanevano vicino a casa.
Coloro che avevano più tempo da trascorrere in casa, sia che fossero stati messi in cassa integrazione o che lavorassero da casa, e che potevano permetterselo, spendevano tempo e denaro in progetti di miglioramento della casa. Ad esempio, i negozi di articoli per la casa hanno registrato un aumento delle vendite del 31% durante la primavera/estate, rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Poiché le famiglie trascorrevano più tempo insieme a casa, articoli come piscine e vasche idromassaggio erano molto richiesti.
Secondo Moneris, una società canadese di elaborazione dei pagamenti, le vendite e i servizi per la manutenzione di piscine hanno registrato un aumento del 51% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. L'aumento delle vendite non c’è stato solo nei negozi di piscine, ma i modelli sono andati esauriti anche online.
Se rinfrescarsi nella propria piscina non era un'opzione, forse fare un giro in barca tra le onde potrebbe aver funzionato. Le vendite complessive di barche hanno registrato un aumento del 17% in tutto il Canada. In Ontario, le vendite sono aumentate del 26% rispetto allo scorso anno, poiché più famiglie hanno cercato di godersi i laghi e i corsi d'acqua della provincia (Grafico 2).

Vivere in un clima canadese in continua evoluzione, con la stagione estiva che si prolunga fi no all'autunno, ha fatto sì che i consumatori abbiano aggiunto le stufe per i patio e i caminetti esterni ai loro articoli indispensabili. C'è un aumento della domanda di stufe da esterno poiché famiglie e ristoratori cercano di prolungare la stagione del patio all'aperto senza rinunciare a comfort e calore. Questo tipo di spesa discrezionale si riflette nei cambiamenti del nostro stile di vita. Man mano che il clima si fa più freddo e stiamo di più in casa, è probabile che aumenterà anche la spesa per articoli come elettrodomestici, caminetti interni e mobili. Ci si può anche aspettare che altri articoli legati all'hobby come lavori di cucito, giochi ed elettronica registrino un aumento delle vendite. Come la maggior parte degli altri eventi di quest'anno, la stagione dello shopping natalizio 2020 sarà tutt'altro che tipica.
Secondo il Deloitte 2020 Holiday Retail Outlook Report, le famiglie prevedono di spendere il 18% in meno rispetto allo scorso anno. Ora, con ulteriori restrizioni e blocchi negli "hotspot" del Covid-19 come Toronto e la regione di Peel, le piccole imprese che hanno lottato per sopravvivere all’impatto della prima ondata, con la chiusura delle porte al pubblico, potrebbero essere spinti verso la rovina finanziaria.
Nonostante l'aumento sconcertante dei casi Covid-19 e le misure di controllo più severe, i canadesi comprendono l'importanza di sostenersi a vicenda. Secondo un sondaggio Moneris, il 76% dei canadesi intende fare acquisti localmente e sostenere le proprie comunità. Il passaggio allo shopping online vedrà circa il 70% dei canadesi scegliere questa opzione, una popolarità che sta aumentando soprattutto nelle aree soggette a restrizioni più severe. Non importa quali siano le circostanze, i canadesi sono resilienti. Anche con la pandemia di Covid-19 in corso, esistono opzioni per aiutare a mantenere forti le comunità. Fai acquisti localmente, sia che siano online o da ritirare sul marciapiede, resta al sicuro e supporta le aziende dell'area quando farai il tuo prossimo acquisto.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.