Avanti con la didattica a distanza,
Ford pronto ad anticipare la fase 1

di Francesco Veronesi del June 3, 2021

TORONTO - Tutto come previsto. Le scuole dell’Ontario rimarranno chiuse sino alla fine di questo anno scolastico e gli studenti dovranno continuare con la didattica a distanza. La conferma di una decisione che era nell'aria già da parecchi giorni è stata ufficialmente annunciata ieri da Doug Ford e da Stephen Lecce, che hanno ribadito come in questo momento la strada della cautela e della prudenza sia - a loro avviso - quella giusta se si vuole tornare velocemente alla normalità. “Non si tratta di una decisione facile da prendere - ha ammesso il premier dell’Ontario - ma riteniamo che sia quella giusta”.

Il piano sul fronte scolastico, di fatto, rappresenta una componente della strategia dell’esecutivo insieme a quella più specifica della riapertura dell’economia. “In questo momento - ha continuato Ford - la nostra priorità è quella di metterci questa terza ondata alle spalle per poter entrare nella fase 1 della nostra roadmap sulle riaperture. Non possiamo rischiare di aumentare i casi e il potenziale impatto sugli ospedali e sui reparti di terapia intensiva”.

Il premier, però, ha bocciato l’assioma che è giunto dall’opposizione, di aver scelto l’economia a discapito della scuola. “Non è così - ha dichiarato - purtroppo abbiamo ancora pochi bambini vaccinati e pochi insegnanti vaccinati. Le autorità sanitarie consigliano di valorizzare gli spazi e all’aperto e in questo momento non possiamo rischiare di mettere a repentaglio i progressi fatti finora. Con questa difficile decisione potremo poi permettere ai bambini di andare ai campi estivi e di praticare le attività sportive all’aperto. Infine, avremo un rientro a scuola sicuro a settembre”.

Il premier quindi ha sottolineato come negli ultimi giorni l’esecutivo abbia cercato di vagliare e soppesare tutte le potenziali ipotesi, consultandosi con la cabina di regia scientifica e monitorando con grande attenzione i dati relativi all’evoluzione della curva epidemiologica. Alla fine - ha ribadito Ford - quella della chiusura delle scuole e del continuo con la didattica a distanza è parsa la soluzione migliore.

“Non è stata una decisione presa con leggerezza - ha confermato il ministro dell’Istruzione pubblica Lecce - ed è stata presa con un preciso obiettivo: salvare e proteggere l’estate per le famiglie e consegnare uno stabile e sicuro a settembre per gli studenti”.

Secondo il ministro, con le consegne delle dosi di vaccino che dovrebbero stabilizzarsi e aumentare durante l’estate, l’ipotesi di vaccinare tutti gli insegnamenti e gli studenti di almeno 12 anni entro l’inizio del prossimo anno scolastico è molto concreta.

Chiuso il fronte scolastico, ora il governo si concentrerà sulle riaperture. Un annuncio sul passaggio alla fase 1 prima dei tempi previsti - 14 giugno - dovrebbe arrivare entro questa settimana, anche se da questo punto di vista non ci sono conferme da parte dell’esecutivo.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.