CorrCan Media Group

In Italia tornano ad aumentare sia i nuovi contagi che i decessi

In Italia tornano ad aumentare sia i nuovi contagi che i decessi

In Italia tornano ad aumentare sia i nuovi contagi che i decessi

ROMA -Si è verificata ieri una imprevista quanto brusca risalita sia dei nuovi contagi che dei decessi provocati dal Covid-19, in Italia. Sono state infatti 117 le nuove vittime del coronavirus, registrate nell’arco delle ultime 24 ore, in risalita rispetto al livello più basso da inizio marzo toccato nella giornata di martedì, con 78 decessi.

In Lombardia nell’ultima giornata si sono registrate 58 ulteriori vittime, la metà del dato complessivo a livello nazionale, mentre il giorno prima erano state 22.

I morti per coronavirus in Italia salgono così ad un totale 33.072. Otto regioni – ossia Marche, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata – insieme alla Provincia di Bolzano sono però risultate senza nuove vittime.

Erano ieri 50.966 i malati di Covid-19 nel Bel Paese, 1.976 meno di martedi, quando il calo era stato di 2.358. Ma sono risaliti i nuovi positivi, con un ritorno ai livelli di cinque giorni fa. Erano infatti ieri 231.139 i contagiati totali – dato che comprende attualmente positivi, vittime e guariti – 584 in più rispetto a quelli registrati martedì.

In Lombardia i nuovi contagiati sono stati 384 in più rispetto a martedì, giorno in cui l’incremento nazionale era stato di 397.

Sono nel frattempo saliti a 147.101 i guariti e i dimessi, con un incremento di 2.443, mentre martedì l’aumento era stato di 2.677. Sono 505 i pazienti tuttora ricoverati in terapia intensiva, 16 in meno delle 24 ore precedenti. Di questi, 175 sono ricoverati negli ospedali della Lombardia, la regione più colpita dal Covid-19.

I malati ricoverati con sintomi erano invece 7.729, con un calo di 188 rispetto a martedì, mentre quelli in isolamento domiciliare erano 42.732, con un calo di 1.772. Se si escludono i tamponi ripetuti, circa il 40% in media, la percentuale di positivi sui soli nuovi casi testati – come da parametri del ministero della Salute – sale all’1,6%.