CorrCan Media Group

In Italia tornano a salire i decessi ed i ricoveri in terapia intensiva

In Italia tornano a salire i decessi ed i ricoveri in terapia intensiva

In Italia tornano a salire i decessi ed i ricoveri in terapia intensiva

ROMA – Tornano dunque a salire i numeri che riguardano sia le vittime che i ricoveri in terapia intensiva, in Italia. L’aumento dei contagi da Covid-19 ha visto un incremento di 333 casi rispetto a mercoledì, quando si era registrata una crescita di 329. Il dato diffuso dalla Protezione Civile comprende attualmente positivi, vittime e guariti.

In Lombardia – la regione italiana più colpita dal coronavirus – i nuovi contagiati sono stati 216 in più, pari al 64,8% dell’aumento giornaliero su scala nazionale. Il numero dei casi totali dall’inizio dell’emergenza è così arrivato a 238.159 unità.

Quattro le regioni che, nella giornata di ieri, non hanno registrato alcun nuovo caso di contagio: Umbria, Valle D’Aosta, Molise e Basilicata.

È tornato purtroppo a salire l’incremento giornaliero delle vittime che sono state 66 nelle ultime 24 ore, in aumento rispetto alle 43 di mercoledì. Il numero totale delle vittime in Italia è salito dunque a 34.514. E sono cresciuti ad un totale di 180.544 i guariti e i dimessi, con un incremento di 1.089 rispetto a mercoledì, quando l’aumento era stato di 929 unità.

Dopo settimane di calo, sono tornati invece a salire i ricoveri in terapia intensiva, che ieri sono stati 168, ossia cinque in più di mercoledì. I malati ricoverati con sintomi sono scesi a 2.867, con un calo di 246 rispetto alla giornata precedente, mentre quelli in isolamento domiciliare sono scesi a 20.066, con un calo di rispetto a 583 rispetto a mercoledì.

Sono 23.101 i malati di coronavirus in Italia, 824 in meno di mercoledi, quando il calo degli attualmente positivi era stato di 644 unità.

Continua nel frattempo ad essere la Lombardia la regione italiana in testa agli indici che comprendono 16.516 vittime in totale, pari al 47,8% del computo assoluto su scala nazionale e dei 92.518 positivi sino ad ora registrati, pari al 38,9% dei contagi segnalati in tutta Italia.