CorrCan Media Group

In Italia stabili al ribasso decessi e nuovi contagi

In Italia stabili al ribasso decessi e nuovi contagi

In Italia stabili al ribasso decessi e nuovi contagi

ROMA – Sono dunque numeri in costante ma lenta discesa, quelli che riguardano la pandemia di Covid-19 in Italia. Secondo la Protezione Civile, infatti, sono state 23 le vittime da coronavirus registrate ieri in Italia, a fronte delle 24 catalogate domenica, ossia di nuovo il livello più basso di decessi censito dall’inizio di marzo scorso.

In Lombardia, la regione maggiormente colpita dal coronavirus, nelle ultime 24 ore si sono sono registrate – ad esempio – solo 3 vittime, mentre domenica erano state 13, il dato più basso dal 27 febbraio. Il numero totale delle vittime provocate dalla pandemia, in Italia, è salito dunque a 34.657.

Per quanto concerne i contagiati, l’incremento giornaliero è stato ieri di 218 nuovi casi, in lieve calo rispetto a domenica, quando erano stati 224, dei quali 143 in Lombardia, pari al 65,5% del dato a livello nazionale. Sale così a 238.720 il numero complessivo di coloro i quali si sono contagiati con il Covid-19, nel Bel Paese, dall’inizio dell’emergenza. Il dato della Protezione Civile comprende attualmente positivi, vittime e guariti.

Sono state invece le 7 regioni che ieri hanno fatto registrare un aumento zero dei casi di contagio, ossia Puglia, Friuli Venezia Giulia, Sicilia, Sardegna, Umbria, Valle d’Aosta e Basilicata.

I tamponi effettuati nelle trascorse 24 ore sono stati 28.972 in tutto il Paese, portando il totale nazionale a 5.013.342. I casi testati sono stati sino a ieri 3.057.902. Sono saliti nel frattempo a 183.426 i guariti e i dimessi dopo aver contratto il pericoloso coronavirus in Italia, con un incremento di 533 unità rispetto a domenica, quando l’aumento era stato di 440.

E sono scesi ancora i ricoveri in terapia intensiva dei malati di coronavirus, che ieri vedevano 127 pazienti ricoverati nei reparti di rianimazione, 21 in meno di domenica. I malati ricoverati con sintomi sono invece 2.038, con un calo di 276 rispetto alle 24 ore precedenti, mentre quelli in isolamento domiciliare sono diminuiti ad un totale di 18.472, con un calo di 38 unità.