CorrCan Media Group

“Voglio incontrare e soddisfare i miei elettori”

“Voglio incontrare e soddisfare i miei elettori”

TORONTO – In occasione delle festività natalizie il deputato federale per il distretto di Vaughan- Woodbridge, Francesco Sorbara, ha visitato la redazione del Corriere Canadese ed ha partecipato ad una breve intervista, rispondendo ad alcune domande che gli abbiamo proposto.

In questo suo primo mandato al governo federale del Canada, com’ è stata la sua esperienza?
“Finora è stata un’esperienza meravigliosa! Sono davvero orgoglioso di rappresentare 110.000 cittadini, residenti a Vaughan che abitano nel mio distretto, è un privilegio e un onore. Mi sento la loro voce ad Ottawa. Ogni membro del Parlamento di Ottawa dovrebbe sentirsi privilegiato. Guardando indietro negli ultimi tre anni, a quanto il Parlamento ha lavorato per raggiungere degli obiettivi a favore della classe media, quelle persone che lavorano ogni giorno, venendo incontro alle necessità delle loro famiglie e noi ci impegniamo per assicurare loro un futuro migliore”.

C’è stata qualcosa che l’ha delusa, che non ha rispecchiato le sue aspettative, in questo anno ad Ottawa?
“In realtà questa prima esperienza mi ha dato tanto entusiasmo. Questo incarico mi dà la possibilità di impegnarmi ogni giorno per quelle persone che cercano aiuto, che hanno bisogno e mi danno fiducia. Poter esserci per loro è la cosa che mi soddisfa di più”.

Quali sono gli obiettivi che è riuscito finora a raggiungere?
“La mia priorità è l’economia. Sono stato da sempre interessato a questo aspetto, è ciò in cui mi sono specializzato con i miei studi universitari e ho lavorato per vent’anni nell’ambito della finanza. Per me è molto importante che i cittadini abbiano fiducia nel governo e nell’economia canadese che adesso sta funzionando molto bene, il tasso di disoccupazione nel paese è fermo sul livello record del minimo da quattro anni. Nel 2017 abbiamo riscontrato una forte crescita dell’economia canadese, la più veloce in base al PIL (Prodotto Interno Lordo), pari al 2.7%. È una cosa molto importante, che si traduce in lavoro per le persone che vogliono seriamente impegnarsi a costruire il proprio futuro. Il mio obiettivo più grande è proprio quello di lavorare per il futuro dei miei figli, dei residenti di Vaughan-Woodbridge e di tutti i cittadini in Canada. Per quanto riguarda il distretto da me rappresentato, posso dire che abbiamo tanti imprenditori che hanno raggiunto un grande successo e io sono molto fiero di loro. Parlo con loro e mi faccio loro portavoce ad Ottawa, impegnandomi per la crescita dell’economia e per ra¥orzare la classe media e quelle persone che lavorano molto duramente per raggiungerla e farne parte”.

Ormai siamo alla fine dell’anno. C’è ancora qualcosa che dovete portare a termine in Parlamento?
“In Parlamento abbiamo già approvato la legge di bilancio. Abbiamo aumentato il Canada Worker Benefit, (un rimborso sulle tasse, a favore dei lavoratori a basso reddito, ndr) per chi guadagna dai 15mila ai 20mila dollari annui. Abbiamo esteso di due anni l’assegno familiare per i bambini. Solo a Vaughan sono oltre 15mila i minori che ricevono questo sussidio, che va sotto il titolo di Child Canada Benefit. Ogni mese da 4.5 a 5 milioni di dollari arrivano alle famiglie di Vaughan, esentasse. Oltre 50 milioni di dollari all’anno per aiutare le famiglie del mio distretto”.

Il 2019 sarà anche l’anno delle elezioni federali. Le preoccupano un po’ i risultati attuali dei sondaggi?
“Per la verità io ogni giorno lavoro per i cittadini di Vaughan, per quelle persone che mi hanno sostenuto e si sono fidati di me, eleggendomi loro rappresentante ad Ottawa. Io vado avanti con questa mia idea, ogni giorno, insieme alla mia squadra, impegnandoci per loro e sono certo di aver fatto, finora, tante cose buone. Continuerò con questo programma, con costante assiduità, assicurando a tutti di essere il loro portavoce, anche nel prossimo anno. so che i miei concittadini ne sono consapevoli e sono contenti del lavoro che svolgo”.

Cosa c’è “in cantiere” per Vaughan sulla sua scrivania?
“Abbiamo già approvato il Fall Economic Statement che aiuterà anche Vaughan. È un gran passo avanti per tante imprese di Vaughan che vogliono investire, creando più opportunità di lavoro. Quando parlo con gli imprenditori della mia zona, mi sento ripetere che hanno bisogno di manodopera, perché il lavoro c’è, ma mancano le braccia. Nel 2019 voglio portare avanti questa problematica con il nostro governo, perché ad oggi in tutta la nazione ci sono da 450mila a 500mila posti di lavoro vacanti, un numero certificato dalla Canadian Federation of Independent Business. Abbiamo sì problemi con l’ “Oil Patch” come viene definita anche l’industria petrolifera canadese, ci preoccupa la situazione della GM in Oshawa, ma l’economia del nostro paese è un economia dinamica, in crescita. Qualche giorno fa Amazon ha annunciato la disponibilità di 600 posti di lavoro, con ottimi salari e diritti per i lavoratori. Il dinamismo nell’economia è dovuto anche all’attività di queste imprese, che il governo aiuta, ma è grazie ai loro sviluppi che l’economia cresce”.

Quando arriva il nuovo anno tutti pensano a qualche sogno nel cassetto da realizzare. Cosa c’è in quello di Francesco Sorbara?
“Tante cose. Da quando ero ragazzo fino ad oggi, il 31 dicembre compilo una lista di tutto ciò che vorrei fare nell’anno entrante. Tra le prime cose per il 2019 c’è il mio impegno di andare porta a porta. Nel mese di gennaio conto di bussare a 1.000-1.500 porte per parlare con i miei concittadini, sentire le loro preoccupazioni e cercare di alleviarle. Voglio lavorare tanto con la mia squadra con rispetto e desiderio di rendere i miei cittadini sempre più soddisfatti. E poi spero anche di avere un po’ di tempo per andare in palestra. Colgo l’occasione per porgere i miei sinceri auguri di un Buon Anno Nuovo a tutti i lettori del Corriere Canadese e alle loro famiglie”.

More in Interviste