CorrCan Media Group

Martina Suozzo e l’Agenzia Letteraria Laura Ceccacci

Martina Suozzo e l’Agenzia Letteraria Laura Ceccacci

TORONTO – Fondata nel 2014, l’Agenzia letteraria Laura Ceccacci con sede a Roma, rappresenta autori italiani e internazionali in 30 paesi.

Il romanzo che ha dato una svolta a questa giovane e vivace agenzia è stato “The Secret Language of Perfume” di Cristina Caboni, che ha venduto 100mila copie solo in Germania e ha avuto successo in altri 25 paesi.

“L’imprevedibile viaggio di una cosa perduta” del regista e sceneggiatore napoletano Salvatore Basile, è stato pubblicato nel 2016 ed è stato il grande successo per Laura Ceccacci.

L’agenzia di Laura Ceccacci è nota per un approccio creativo nel marketing, che unisce innovazione e professionalità. Tanto per dare un’idea, per “The Secret Ways of Perfume” sono stati distribuiti fazzoletti profumati. Per “The Secret Ways of Honey”, in collaborazione con l’autore, che era un apicoltore, sono stati offerti alla premiere i dolcetti al miele.

Alla Fiera del Libro di Francoforte, ho avuto il piacere di intervistare Martina Suozzo, pubblicista senior e coordinatrice dei social media, per l’Agenzia letteraria Laura Ceccacci.

Martina, potresti parlarci delle dinamiche dell’Agenzia letteraria Laura Ceccacci?
«Al momento siamo in due a gestire l’agenzia, prevalentemente Laura Ceccacci. Laura ha un forte background editoriale. Prima di costituire la propria agenzia, Laura ha completato un Master in editoria e pubblicazione Barcellona. Tornata in Italia, ha iniziato a lavorare per diverse case editrici, tra cui Random House Mondadori, Fazi Editore e Fanucci Editore. È riuscita a trovare un nuovo pubblico per i romanzi rosa. Quanto a me, sono stato addetto stampa da molto tempo, sempre nel campo dell’editoria. Mi sono occupata di tutto il marketing digitale. Presso l’Agenzia letteraria Laura Ceccacci offriamo ai nostri autori un ampio servizio. Lavoriamo molto sui testi, sui manoscritti. Una volta che il libro è uscito, ci prendiamo cura delle comunicazioni e aiutiamo le case editrici dando consigli su ciò che potrebbe funzionare meglio».

Con così tanti libri pubblicati ogni anno, chi è un autore della Laura Ceccacci sui cui porre l’attenzione?
«Noi cerchiamo di garantire il miglior servizio ai nostri autori. E ci sta particolarmente a cuore che possano sviluppare le loro abilità nella nostra agenzia. Rappresentiamo una vasta gamma di autori, alcuni dei quali hanno appena ventuno anni. C’è un giovane autore con cui lavoriamo a stretto contatto, Giacomo Mazzariol, che ha pubblicato Stile Libero con la Einaudi. Il suo secondo libro, è il debutto di novembre scorso, intitolato “Gli squali”. È stato conosciuto per la prima volta nel 2016 con un libro di grande successo, dal titolo “Mio Fratello Rincorre I Dinosauri” dove narra la sua relazione con il fratello minore, affetto dalla sindrome di Down. Il libro ha venduto oltre 200mila copie in Italia ed è stato distribuito in 26 paesi. Siamo entusiasti di continuare a lavorare con Giacomo Mazzariol e di continuare a distribuire i suoi lavori all’estero. Ciò che rende interessante il lavoro di Giacomo è la sua attenzione ad una generazione. La trama parla di Max, un giovane di 19 anni, che raggiunge il successo in una notte. Proviene da un piccolo villaggio nel nord-est d’Italia ed è chiamato da un’importante compagnia di Roma che vuole che lavori e sviluppi un’applicazione. Max deve decidere se affrontare questa nuova vita diventando nottetempo un adulto, mentre i suoi amici sono ancora giovani che conducono una vita normale, piena di scelte: andare all’università, trovare una fidanzata e così via: qualcosa che Max sta perdendo nonostante sia un fenomeno. Il lavoro di Giacomo è anche interessante perché le realtà del mondo digitale sono principalmente narrate da autori adulti. Ecco un giovane autore che esplora le sfide che pongono tanta pressione su ognuno di noi e sulle le scelte che cambiano la vita. Non puoi davvero essere più la stessa persona. Devi diventare ciò che il mondo si aspetta tu sia… È un libro veramente forte, 170 pagine di formazione e auto-scoperta di chi sta raggiungendo la maggiore età, da parte di un giovane autore di incredibile talento: una voce italiana del nuovo millennio da tenere in considerazione. Giacomo è molto attivo, dopo una così grande risposta positiva al suo primo libro. Sta facendo un grande tour nelle scuole italiane e sta lavorando ad una serie cinematografica che uscirà su Netflix. Inoltre, sta scrivendo anche una sceneggiatura del suo primo libro. È emozionante per noi seguirlo, aiutandolo a capire cosa potrebbe funzionare e cosa no, cercando di mantenere la sua energia e sviluppare ulteriormente le sue capacità. Abbiamo una visione chiara di ciò che il mercato è in questo momento e individuiamo nuove opportunità per gli autori, lavorando nella trasposizione dei loro libri. Sia nell’editoria che nel cinema».

Quali sono i generi letterari che influenzano attualmente sia l’Agenzia Laura Ceccacci che il mercato italiano?
«Stiamo lavorando molto sui romanzi, – una parte enorme della narrativa femminile. Anche i thriller rappresentano un settore importante di quello che facciamo. Lavoriamo anche con la narrativa letteraria in generale, senza alcun genere particolare. In Europa, i generi letterari sono diversi, avendo ancora delle particolarità nazionali. In Italia vanno molto per esempio i thriller con forti personaggi italiani».

Quale autore sta andando per la maggiore ora in Italia e quale è un classico moderno italiano che sta avendo successo anche altre confine?
«Gail Honeyman è uno degli autori molto forti in Italia, il suo “Eleanor Oliphant is Completely Fine”, è molto apprezzato e si sta vendendo da un po’ con grande successo. “L’amica geniale” di Elena Ferrante, che è anche il primo dei quattro romanzi napoletani è uscito quasi 8 anni fa in Italia. Lo abbiamo letto tutti, il libro ha venduto oltre 10 milioni di copie in 40 paesi. Abbiamo avuto un’opportunità molto speciale, con i primi 2 episodi della serie TV in uscita su HBO lo scorso novembre. La fiction dovrebbe diventare mondiale. Elena Ferrante è un classico italiano moderno. Questi esempi di successo sono importanti per l’espansione di mercato degli autori italiani, in particolare in quello anglofono. Apre le porte agli autori italiani per essere tradotti all’estero e condividere la loro prospettiva con il mondo».