CorrCan Media Group

Senza coscienza e senza cuore

Senza coscienza e senza cuore

TORONTO – Senza figli, senza nipoti, senza coscienza e senza cuore. Certe persone si dovrebbero vergognare. Sono brutta gente, brutta dentro.

Si lamentano perchè svegliate in piena notte dall’Amber Alert, l’allerta che la polizia diffonde via telefonino quando c’è “sospetto rapimento di minore”.

Due ragazzini sono in pericolo, c’è urgente bisogno di ritrovarli, potrebbero essere in mano ad un pazzo o ad un predatore sessuale.

Rischiano di perdere la vita o di vederla rovinata.

E c’è chi si lamenta per il sonno interrotto telefonando addirittura al 911.

Questa gente senza coscienza dovrebbe essere messa al bando, emarginata da chi mette il benessere dei bimbi davanti a tutto.

Inoltre, chi telefona al 911 dovrebbe essere quantomeno multato.

Quel numero è per le emergenze: se la casa va a fuoco, se c’è un incidente stradale o sul lavoro, se c’è qualcuno che si vuol gettare dal ponte.

Chi si lamenta per l’allerta ha una soluzione facile a portata di mano: mettere il telefonino in un’altra stanza.

L’altra notte anche io mi sono svegliato.

Invece di incazzarmi mi sono preoccupato come nonno e come quasi contemporaneo del nonno che sembrava avesse preso in ostaggio due nipotini.

Per fortuna è finita nel migliore dei modi.

Il nonno era in stato confusionale, i due bimbi stanno bene.

Questa notte noi tutti, padri, madri, nonni, nonne e persone con la coscienza, dormiremo bene anche se ci fosse un altro Ambert Alert.