CorrCan Media Group

Partito Liberale, Coteau lancia la sfida

Partito Liberale, Coteau lancia la sfida

TORONTO – La politica non è un gioco per i timorosi. Tanto di cappello a chiunque entri nella mischia e si mette un bersaglio sulla sua schiena solo per servire il pubblico.

Ripensiamo a due anni fa quando la Premier dell’Ontario era una certa Kathleen Wynne, leader del Partito liberale dell’Ontario. Né lei né il Partito ci sono più. Per l’esattezza, lei è ancora un MPP e il Partito ha altri quattro deputati in Legislatura.

Uno di loro funge da leader ad interim senza il desiderio di diventare il leader.

Se tu, in qualità di lettore, sei una delle poche persone a sapere in cosa consiste il Partito o in che creda, ti preghiamo di scriverci una lettera o inviarci un’e-mail. A condizione che non ti limiti a dire che non sei e non vuoi essere Doug Ford.

Due MPP, Mitzi Hunter e Michael Coteau stanno “andando in lungo e largo” nel tentativo di generare eccitazione e un seguito mentre costruiscono una squadra per occupare di nuovo le poltrone di governo. Dovranno prima liberarsi della nuvola di cinismo che avvolge il pubblico.

L’ex ministro Coteau ha fatto una breve presentazione ad un gruppo composto da una trentina di editori di periodici in lingue etniche lunedì. È un individuo abbastanza geniale e avrebbe dovuto essere una vendita facile. Gli editori hanno prestato tempo e attenzione.

Forse il suo compito può sembrare ingannevolmente facile perché sinceramente la gente ancora non ama Ford e non si fida di lui.

Inoltre, come ha sottolineato un osservatore – ingiustamente, dal mio punto di vista – l’NDP dell’Ontario sembra senza leader.

Il signor Coteau potrebbe ancora emergere vittorioso nella corsa alla leadership.

Il suo compito sarà quello di convertire la cittadinanza dell’Ontario al suo Partito delineando una chiara visione del futuro, i passi che spera di prendere per portare l’Ontario in un posto migliore e raffinare un messaggio conciso in modo chiaro e sintetico che convincerà la gente ad aiutarlo a fare un salto con l’asta che lo porti sopra l’NDP e nell’ufficio del Premier.

More in Il Fondo
Indovinelli
Nov Wed ,2016