CorrCan Media Group

Nuovi cittadini canadesi, il crollo degli italiani

Nuovi cittadini canadesi, il crollo degli italiani

TORONTO – In Canada, di fronte a un progressivo aumento demografico, assistiamo a un calo significativo nel numero di italiani che riescono ad ottenere la cittadinanza canadese.

La conferma arriva dai dati del ministero federale dell’Immigrazione ottenuti dal Corriere Canadese. Statistiche – e qui mettiamo le mani avanti – perfettamente in linea con i numeri messi in luce nelle ultime due settimane nella nostra inchiesta sullo stato di salute dell’emigrazione dall’Italia in Canada.

L’ottenimento della cittadinanza, infatti, rappresenta l’ultimo passo di un lungo processo che inizia quasi sempre con l’acquisizione di un permesso di lavoro temporaneo, per passare poi nella residenza permanente una volta ottenuti i requisiti temporali richiesti dal governo.

Gli ultimi dati in possesso del ministero dell’Immigrazione vanno dal 2012 al marzo del 2017. In questo lasso di tempo, poco più di 930mila stranieri sono diventati cittadini canadesi. Di questi, appena 3.932 sono italiani, pari ad uno striminzito 0,42 per cento del totale.

Per inquadrare correttamente queste cifre, ci basta pensare che nella stessa fi nestra di quasi sei anni quasi 113mila fi lippini e 102.394 indiani hanno acquisito la cittadinanza canadese. Anche questi dati confermano ancora una volta come le Filippine, l’India e la Cina siano diventati i maggiori bacini d’utenza dell’intero fenomeno migratorio canadese.

Andando ad analizzare l’andamento annuale, si scopre come non vi sia un rapporto di proporzionalità tra il numero di nuovi cittadini totali e italiani. Nel 2012, infatti, 113mila stranieri hanno preso la cittadinanza canadese: di questi erano italiani 689 (pari allo 0,6 per cento).

L’anno successivo il numero di nuove cittadinanze è salito a quota 129mila, con gli italiani a 789 (0,61 per cento). Nel 2014 c’è stato il picco di giuramenti alla Regina, con oltre 262mila nuovi canadesi: tra questi, 1.203 italiani (0,45 per cento).

Doppio calo nel 2015, con 739 italiani (0,29 per cento) nelle 252mila cittadinanze ottenute dagli stranieri. Valori marginali, confermati anche l’anno successivo: 445 italiani (0,30 per cento) al fronte di 147mila nuovi canadesi.

Nei primi tre mesi del 2017, infi ne, 67 italiani hanno acquisito la cittadinanza. Anche per quello che riguarda la tendenza, siano di fronte a una situazione catastrofica.

Se paragoniamo i dati del primo quarto del 2016 con quello del 2017, scopriamo che nel giro di dodici mesi c’è stato un crollo nel numero degli italiani che hanno avuto la cittadinanza da Ottawa: da 199 a 67, un bel rosso pari al 66 pwr cento.