CorrCan Media Group

Harry e Meghan in Canada, ma chi pagherà?

Harry e Meghan in Canada, ma chi pagherà?

Harry e Meghan in Canada, ma chi pagherà?

TORONTO – È ancora fresca la ferita inferta dalla tragedia dell’aereo ucraino abbattuto forsennatamente dagli iraniani mentre si alzava dall’aeroporto di Teheran.

Il Canada, con partecipazione umana unanime, si è stretto intorno alle famiglie delle 57 vittime canadesi, per partecipare al dolore e dar loro supporto morale.

Mentre si rifletteva su una immane tragedia in un mondo segnato dai capricci della volubilità umana,dove la ragione non è di casa di colpo ci troviamo di fronte ad una realtà diversa come cambiando canale in TV.

All’improvviso il Duca e la Duchessa di Essex comunemente conosciuti come Principe Harry e Meghan Markle sua legittima moglie, non altrimenti titolata hanno dichiarato su Instagram di fare un passo indietro come “senior” membri della famiglia reale e di lavorare (work) per “cercare indipendenza finanziaria”.

Dopo un conclave di famiglia nella tenuta di Sandringham a Norfolk la Regina Elizabeth ha dato la sua benedizione ed il sostegno della famiglia reale al desiderio della giovane coppia di essere più libera dalle pastoie della vita di corte reale e di cercare ” maggiore” indipendenza finanziaria.

Difficile orientarsi nel profluvio di notizie dei media e dei tabloids che hanno reso la vita difficile alla coppia unitamente ai rapporti di famiglia inquinati al punto che la coppia sarebbe stata” bullied” . Tutto sembra avvolto in un velo di segreto.

Secondo il Globe and Mail, membri della famiglia reale che si sono attaccati tra loro hanno cagionato molta angoscia nel passato e secondo i bene informati sono stati la non ultima causa del gran rifiuto.

Cosa riserva il futuro alla giovane coppia non è chiaro. Quel che si sa e che desiderano passare il loro tempo tra Inghilterra e Nord America. Come, quando, dove è per ora mistero.

Per cautela ci siamo affidati alle cronache del Globe and Mail giornale tradizionale custode dei valori della borghesia e benevolo verso la monarchia. Il giornale pone alcune questioni che sono un grattacapo per chi ha in cuore le sorti della monarchia e la stabilità del sistema.

La regina ha dichiarato che la coppia non può fare affidamento su fondi pubblici, prudentemente riservandosi di decidere prossimamente.

La coppia da pochi mesi ha vissuto nel “cottage” di Frogmore in Windsor che lo scorso anno suscitò un vespaio di proteste e malumore perché fu restaurato al costo di 3 milioni, cortesia dei contribuenti inglesi. Potranno ancora occupare, diciamo cosi, il grazioso cottage?

La coppia riceve finora da Charles padre di Harry un sostanzioso assegno proveniente dall’appannaggio reale (soverign fund). Si tratta di una donazione privata o di fondi pubblici?

La coppia dice di voler cercare l’indipendenza economica. Aspirazione lodevole che li fa sentire vicino alle nostre peripezie quotidiane anche se secondo i nostri criteri sembrano più che indipendenti.

La coppia nel contratto prenunziale ha dichiarato un valore di 30 milioni di dollari (25 lui,5 lei) Quindi problemi esistenziali immediati non ne ha. Ma i media canadesi si arrovellano il cervello con questioni che immancabilmente sorgono se i reali decidono di stabilirsi tra noi.
Domande per inciso a cui noi profani non osiamo dare risposta.

Chi pagherà per il servizio di sicurezza del giro di dieci milioni l’anno? Il principe può vivere in Canada?

Secondo la vignetta del Corriere Canadese la coppia deve fare la fila per avere il visto di residenza permanente. Non pare cosi secondo gli esperti perché il Principe non può fare domanda in base alla quota di attività culturali richiesta dal Self-employed Persons Program. Né può fare domanda sotto il programma di Express Entry che dà preferenza alle coppie giovani con esperienza lavorativa in Canada o una laurea canadese che il Principe non può vantare. A meno che il Ministro Mendicino non usi per la coppia il potere che ha di dare a chiunque la residenza permanente, scavalcando i 341.000 potenziali immigrati programmati per quest’anno, dando in tal caso il classico scacco al re.

Mentre gli esperti risolvono questi intricati problemi di alta costituzionalità,come capita spesso quando si tratta di personaggi famosi i volenterosi hanno pragmaticamente suggerito possibili proprietà adeguate al rango della coppia con indirizzi e costo: 1080 Upolands Dr.- Anmore B.C.$6,5 milioni; 688 Beachview Dr.- North Vancouver $9,7 milioni; 229 Dunvegan Rd.- Forest Hill $16 milioni e finalmente la gated community di 61 Bridle Path $16,9 milioni.

Diversi canadesi intervistati dalle TV, vedono favorevolmente la giovane coppia in Canada e dicono che si troveranno bene tra noi.