Israele, più della metà della popolazione
è stata completamente vaccinata

di corriere canadese del April 5, 2021

TEL AVIV - Più della metà dei 9,3 milioni di abitanti di Israele hanno già ricevuto entrambe le dosi di vaccino: lo ha dichiarato un funzionario del Ministero della Salute del Paese. "In questo modo - ha sottolineato - la nazione sta velocemente uscendo dall’emergenza pandemica e può riprendere la vita di prima".

La distribuzione del vaccino Pfizer in Israele è iniziata lo scorso dicembre: tutti i cittadini di età superiore a 16 anni hanno avuto acceso pressoché immediato alla prima dose, per poi ricevere - nei tempi stabiliti - anche la seconda.

Se nel Paese il processo di vaccinazione va avanti, gli studi su metodi alternativi di cura contro il Covid-19 procedono parallelamente. Orovax, società israelo-statunitense con sede a Gerusalemme, sta studiando un vaccino in compresse: secondo uno studio preclinico sugli animali, le pasticche hanno prodotto anticorpi dopo una singola dose.

L’azienda, a detta dei media israeliani, ha affermato che il vaccino dovrebbe fornire una buona protezione non solo contro il virus classico ma anche contro le mutazioni emergenti.

“Un vaccino orale eliminerebbe diverse barriere per una distribuzione rapida e su larga scala - ha affermato Nadav Kidron, amministratore delegato di Oramed, proprietaria di Oravax - ridurrebbe i costi di distribuzione e consentirebbe alle persone di vaccinarsi da sole a casa”.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.