Tripla T: la Terribile
Toronto di Tory

di Joe Volpe del June 22, 2022

TORONTO - Per non dire troppo, l'esodo dai consigli comunali nella GTA è sorprendente. Solo in quest'ultima settimana, i sindaci di Brampton e Hamilton hanno deciso di dimettersi. Né Patrick Brown né Fred Eisenberger cercheranno la rielezione.

Si uniscono a Maurizio Bevilacqua di Vaughan, che il 1° giugno ha annunciato la sua intenzione di ritirarsi. Stranamente, aveva chiuso il Municipio negli ultimi due anni e mezzo, apparentemente per proteggere il personale del Comune dal Covid.

A Toronto, non meno di cinque consiglieri, tra cui due presunti pretendenti al posto più alto, hanno dichiarato di dimettersi. Potrebbe esserci di più. Il consigliere Ford se ne andò per raccogliere la sfida di creare un collegio elettorale conservatore "mai esistito prima" in una fortezza dell'NDP, York South Weston, che in passato era stato rappresentato dal leader federale dell'NDP, David Lewis, e dall'unico Premier provinciale dell'NDP, Bob Rae.

Un altro consigliere, Wong Tam, ha scelto una sede più opportunistica nel Toronto Centre, dove l'NDP ha quasi sperperato il suo sano vantaggio perdendo più di 9.000 voti e ottenendo comunque una strettissima vittoria. Si potrebbe dire che il vincitore è stato premiato per l'indifferenza dell'elettorato e per l'affluenza storicamente bassa.

Ad oggi, il sindaco Tory (nella foto in alto, pubblicata sul suo profilo Facebook) è soddisfatto dell'esito della sua leadership a Toronto. Non vogliamo essere troppo critici ma, se risiedi da molto tempo nella City anche prima dell'amalgamazione dei distretti trasformati in città (Etobicoke, East York, North York, Scarborough, York) con Toronto, hai a chiederti quali sono diventati gli standard dei servizi comunali sotto il suo sindaco.

E non può essere spiegato soltanto dal Covid.

Per esempio, c'è una via principale libera e resa non percorribile da materiale da costruzione - quasi sempre assente qualsiasi manovale? Il cielo non voglia che qualcuno tenti di andare in centro in macchina. Metà delle corsie sono state designate "piste ciclabili"; parcheggiare è praticamente impossibile. E non tentare di salire su nessuna delle rampe di entrata/uscita che forniscono l'accesso autostradale a sistemi viari più veloci.

Il TTC non è più un'alternativa affidabile né come mezzo di circolazione a livello della metropolitana né a livello stradale (autobus o tram).

Le “strade non sono più sicure”. L'unica volta in cui vedrai la polizia è quando aziona un autovelox. Le due o tre sparatorie al giorno stanno diventando un luogo comune. Sempre di più, i "tiratori" sembrano essere sempre più giovani.

Se sei proprietario di una casa, prega che non piova o nevichi. Le inondazioni nei seminterrati stanno diventando sempre più frequenti e più gravi. Ci siamo dimenticati delle tre settimane necessarie per liberare le strade dalla nevicata dello scorso inverno? Sembra ieri.

Scusa, dimenticavo che eravamo in modalità Covid. O che ci siano 40 gradi con l'umidità. Apparentemente, c'è una carenza di personale, quindi i parchi e i servizi ricreativi non potranno funzionare a pieno regime.

Il governo federale ha versato così tanti soldi nelle città direttamente e attraverso il governo provinciale che è diventato "un imbarazzo della ricchezza". Eppure, la Toronto di Tory non può riparare marciapiedi, fogne e strade; il suo tasso di omicidi si sta avvicinando ai livelli americani e l'elenco potrebbe continuare.

Stiamo per entrare nelle amministrative. Qual è il suo piano, signor sindaco Tory?

Traduzione in Italiano a cura di Marzio Pelù

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.