TCDSB respinge il rapporto IC:
fall-out, prima parte

di Joe Volpe del August 15, 2022

TORONTO - Le Scuole Cattoliche esistono perché la Costituzione, la Carta dei Diritti e la Legge sull'Istruzione ne riconoscono e ne tutelano l'esistenza; così fa anche il Codice dei diritti umani. Ci si aspetta che i contribuenti cattolici contribuiscano, e lo fanno, alla loro stabilità finanziaria.

L'ex Commissario per l'integrità del TCDSB sembra aver avuto difficoltà a comprendere questi concetti fondamentali quando lui/loro si sono resi uno strumento di discutibili attacchi ai fiduciari che comprendono e assolvono il loro ruolo. È iniziato con l'aggressione a Del Grande nel novembre 2019 e si è concluso con il fallito tentativo di diffamazione di Di Giorgio il 10 agosto 2022.

Allora, qual è il ruolo degli amministratori cattolici?

Una certa Gabriella Mazarakis ha studiato il Trustee Code of Conduct delineato in A.04 sul sito web del Provveditorato. Dice, in parte... "Gli amministratori sono tenuti a adempiere ai propri doveri e responsabilità in modo professionale ed etico coerente con i valori del Vangelo e gli insegnamenti della Chiesa cattolica... Questo standard include il mantenimento della fede cattolica e l'adesione al giuramento prestato ogni anno alla riunione del Caucus”.

...A meno che tu non sia un membro della famigerata banda dei quattro fiduciari del TCDSB. Quindi le regole potrebbero non applicarsi a te - sei woke, un fanatico della cultura dell'annullamento – le regole te le inventi mentre procedi ... finché non vieni richiamato per uso improprio, se non abuso, della tua posizione.
È quello che è successo con Markus De Domenico, membro fondatore dell'autoproclamata autorità su come essere un fiduciario cattolico etico. Bang, proprio così, Gabriella Mazarakis, ha effettivamente chiesto al TCDSB e al Commissario ad interim per l'integrità di squalificare De Domenico dalla carica per violazione di quelle “regole”.

Mazarakis, madre di bambini in età scolare, è iscritta come candidata per estromettere il trustee in carica. Incoraggiata dalla riunione straordinaria del 10 agosto del Consiglio scolastico, convocata per “punire” il fiduciario Di Giorgio per disaccordo con De Domenico e quelli simili a lui, ha presentato richiesta al nuovo Commissario per l'Integrità (studio legale Aird Berlis) affinché indaghi e riferisca un accertamento di colpa nelle accuse di violazioni eclatanti (enfasi aggiunta) del Trustee Code of Conduct e forse delle linee guida sul Conflitto di interessi commesse da De Domenico. Se va bene per l'oca, va bene anche per...

Per buona misura, ha fornito sezioni pertinenti del Codice di condotta e delle linee guida sul Conflitto di interessi, insieme a immagini che rivelano Markus in flagranza di reato a sostegno delle accuse. È un documento copioso. Lei ha fatto la ricerca per l'Integrity Commissioner.

Mazarakis ha sottolineato una violazione dopo l'altra, inclusa una newsletter di dieci pagine, un opuscolo elettorale sfornato a spese del Consiglio e distribuito tramite le risorse del Consiglio – cose non permesse. Ha fatto specifico riferimento alla Political Activity and Campaigning Policy A.40 del Provveditorato.

Vale la pena far notare ai funzionari elettorali comunali che De Domenico ha anche avviato una campagna finanziaria prima di registrare la sua candidatura, come previsto dalla legge sulle elezioni comunali.

Mazarakis, tuttavia, ha sollevato la questione dell'integrità elettorale e dell'equità con il dipartimento delle elezioni municipali della città di Toronto che gestisce le elezioni dei trustee. La lettera di Mazarakis sottolinea che "sui siti della campagna elettorale del TCDSB hanno lo stesso periodo di black out per i reclami e le policy simili riguardanti l'uso delle risorse della città" [provveditorato].

Sottolinea che, tuttavia, "nel caso di presunte violazioni delle politiche elettorali come quelle [che ha] descritto nel presente documento, [le denunce] vengono trattate immediatamente per garantire l'integrità e l'equità delle elezioni". Chiede che il TCDSB faccia lo stesso.

In caso contrario, violazioni intenzionali della legge possono compromettere l'elezione e comportare un ingiusto vantaggio al responsabile, De Domenico.

Non contenta dell'apparente docilità dell'IC ad assumersi l'incarico, ha inviato le sue preoccupazioni al Direttore e a tutti i fiduciari. Anche in questo caso, senza ricevere risposta, ha inoltrato una lettera chiedendo un intervento al Consiglio, inviando una copia per conoscenza al Corriere Canadese e al Toronto Star.

Pensiamo che meriti un'udienza.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.