Manipolazione per distruggere
il marchio del TCDSB

di Joe Volpe del August 29, 2022

TORONTO - Giovedì 25 agosto. Riunione del Consiglio dei trustee del TCDSB al completo - l'ultima prima dell'inizio del nuovo anno scolastico, il 2 settembre. La prima da, beh da… sempre, quando gli amministratori e il personale presente non indossavano la maschera (metaforicamente e materialmente). Per coincidenza, l'Agenda e l'Addendum (197 pagine) si concentravano sui Rapporti [di risultati e problemi]. Ecco alcune impressioni sulla “grande rivelazione”.

In primo luogo, è notevole come alcune questioni, e la riunione stessa, possano procedere speditamente, in modo rapido ed efficiente, quando il trustee Rizzo è assente e non ci sono le sue interruzioni incessanti, ostruzionistiche e controproducenti volte a prolungare e logorare i suoi colleghi, tranne il Segretario-Direttore che chiaramente fa affidamento su di lei per mettere in gioco la sua agenda.

In secondo luogo, il segretario-direttore Browne è emerso come l'architetto manipolatore dietro le quinte [qualcuno potrebbe suggerire, in maniera venale] del dissenso all'interno del consiglio e dei fallimenti politici. Tenete presente che il TCDSB ha perso quasi 9.000 studenti da quando Browne ha assunto il suo ruolo. Inoltre, il Consiglio è stato consumato da azioni giudiziarie che entro questo autunno probabilmente porteranno ad un costo multimilionario per il Provveditorato e per alcuni dei trustee, il tutto a spese di studenti e insegnanti.

Browne non ha spiegato, o non ha voluto spiegare, il pagamento, nel frattempo, di $ 300.000 allo studio legale BLG. Non c'era indicazione di fatture a sostegno dell'esborso per servizi [indispensabili?] o del periodo di tempo in cui sono stati forniti. Questo deve rendere irrequieto il nuovo consulente legale senior; guadagna solo circa $ 170 mila per l'intero anno, secondo l'Ontario Sunshine List.

Sembra che la comprensione di Browne delle prove fisiche e dei dati finanziari sia eclettica. Da gennaio 2022, il Consiglio dei trustee è paralizzato da vessatorie e frivole denunce al Codice di Condotta del Fiduciario lanciate da De Domenico, Li Preti, Di Pasquale e Rizzo. Con una maggioranza semplice di 6-5 (l'imputato essendo sempre ineleggibile al voto) speravano di condannare Di Giorgio e di squalificarlo da futuri incontri per un periodo di tempo imprecisato. Non esisteva tale autorità.

Fino alla riunione di giovedì, Browne aveva insistito sul fatto che la policy 175 del Consiglio fosse stata modificata nell'aprile del 2021 per consentire tale operazione. Il primo avvocato del consiglio, A. Ceddia, ha affermato che non era così. Dopo aver ingannato il Provveditorato per otto mesi, sperperato denaro e reputazione, Browne non ha avuto la dignità di offrire le sue dimissioni.

Riusciva a malapena a nascondere i suoi sorrisetti sprezzanti quando il fiduciario Del Grande ha insistito per registrare la correttezza delle sue posizioni sulla sostanza e sulle procedure relative alla documentazione del Codice di Condotta del Fiduciario. Browne era appena stato denunciato per aver insistito in modo errato su una registrazione che era stata modificata e pubblicata.

La differenza ha causato, negli ultimi otto mesi, attacchi agonizzanti e offensivi e una sorta di "assassinio" di carattere sulla stampa indipendente e sui fiduciari. Ha portato alle dimissioni, in un attimo, da parte del suo complice l’ex Commissario per l'Integrità.

Per coincidenza, uno dei suoi gregari, un tafano apertamente anticattolico, che si sottrae al sistema che deplora, ha twittato un commento secondo cui “l'induzione" dello studente fiduciario non era accompagnata dall'obbligo di giurare fedeltà al magistero, affermando così la sua opinione secondo la quale le scuole cattoliche non siano altro che scuole pubbliche.

Questo per quanto riguarda il marchio. Togli la "C" dal TCDSB e non è altro che un'impresa di sviluppo immobiliare. Deve essere stato un passo falso freudiano quando Browne ha fatto riferimento alla costruzione della scuola in corso a Regina Mundi, di cui è così orgoglioso. Ma non vi è traccia di lavori.

Il campus della scuola, come quello dell'adiacente (ex) liceo, è stato oggetto di uno scandaloso spreco di denaro e risorse progettato per cavalcare/collaborare con uno sviluppo condominiale nei terreni dell'ex Villa Charities. Ora è il sito delle società di produzione Netflix che pagano $ 15.000 al giorno per l'utilizzo dell'Accademia Dante Alighieri (DAA) e dell'ex Convento delle Suore del Buon Pastore (acquisito per $ 22 milioni nel 2017 nell'ambito della truffa sopra). Più $ 5.000 al giorno per Regina Mundi. Gli studenti DAA sono stati reindirizzati al liceo Don Bosco a Etobicoke. I loro numeri sono in calo.

Se il TCDSB sotto la direzione di Brendan Browne non crede nel marchio, dovrebbe almeno restituirci i nostri soldi e fornire una vera casa ai parrocchiani che vogliono mandare i loro figli a scuole che vogliono ancora il marchio che ha un "C” nel loro titolo identificativo.

Il tafano di preferenza di Brendan si lamentò su Twitter che dei 10.000 dipendenti del TCDSB era l'UNICO a partecipare a una convention sponsorizzata dal Provveditorato sull'equità. Qualcuno sta mentendo sulla rilevanza e le risorse che Browne sta dedicando alla conversione del TCDSB in un'istituzione di culto woke.

Traduzione in Italiano a cura di Marzio Pelù

Nelle foto sopra, Brendan Browne durante il meeting (screenshot dal video pubblicato sul sito del TCDSB all'indirizzo https://www.tcdsb.org)

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.