I risultati elettorali:
politica allo sbando?

di Joe Volpe del 6 June 2022

TORONTO - Il mese di giugno ha finora offerto un menù politico quasi surreale. Il 1° giugno, il sindaco di Vaughan ha chiuso una festa di compleanno autoindulgente, con il pretesto di un evento di "spirito di generosità", per dire alla città e a tutti i presenti che ne aveva abbastanza di tutti e non avrebbe cercato la rielezione a sindaco.

La notte successiva, in un evento non correlato - le elezioni provinciali - i cittadini hanno premiato il partito PC con un governo di maggioranza, anche se solo il 43% dell'elettorato ha deciso di votare. Il numero degli elettori è stato ancora più basso, solo il 33,5%, nel distretto del Premier.

A Vaughan-Woodbridge (V-W), il collegio del leader liberale, a votare c'è andato un 44% di elettori, ma solo il 35% di loro ha votato per lui, preferendo invece una delle luci minori del governo di Doug Ford.

A livello provinciale, i liberali hanno sovraperformato l'NDP in percentuale del voto popolare dal 23,76% al 23,73% secondo i dati preliminari della Elections Ontario. Tuttavia, sono stati premiati con solo otto (8) seggi mentre l'NDP ne ha raccolti 21. Ma, nel suo stesso distretto, la leader dell'NDP ha visto un'affluenza alle urne di appena il 37,15%.

Contrariamente a quanto dicono gli wokisti, i commentatori della cultura della cancellazione che si sono precipitati a dire, sui media amici, che i risultati delle elezioni mostrano che l'Ontario è progressista, c'è anche un altro parere. La maggioranza definitiva - il 56% di tutti gli aventi diritto che sono rimasti alla larga - non è d'accordo ed ha espresso la propria avversione sia all'ideologia che ai suoi esponenti rifiutandosi di votare per ciò che era offerto.

È difficile discutere con la palese verità: i Conservatori hanno condotto una campagna tatticamente astuta che ha prodotto il risultato che desideravano. È altrettanto vero che gli altri due partiti hanno “perso la strada” e i loro abituali sostenitori. La percezione che la classe operaia e il Movimento Sindacale siano patrimonio dell'NDP si è dissipata, forse per sempre. A parte gli impiegati del settore pubblico, tutti i grandi sindacati li hanno evitati come la peste.

I liberali, a lungo visti come il Partito dei "nuovi canadesi" e della classe media imprenditoriale in ascesa, sono stati esclusi dalle loro roccaforti tradizionali - compreso e soprattutto a Vaughan Woodbridge, una delle aree più ricche e più imprenditoriali del paese.

Quella comunità è una vera storia di successo della classe media canadese e degli immigrati. Il distretto è simbolico di una regione ricca di diversità etniche, religiose, culturali e linguistiche. Ci si sarebbe aspettati che le questioni economiche e familiari dominassero la campagna.

Eppure, il leader del partito liberale ha scelto di sostenere uno dei suoi candidati della porta accanto, un fiduciario/trustee che ha reso popolare il marchio di omofobia del cattolicesimo e dei cattolici.

Questo in due collegi elettorali in cui i cattolici italiani rappresentano il segmento demografico più ampio. Sia lui che lei sono stati stroncati. I cattolici costituiscono ancora il 33% della popolazione dell'Ontario. Altre formazioni religiose condividono la loro struttura di valori. Gli italiani costituiscono un milione dei 14,5 milioni di residenti dell'Ontario.

Il Corriere Canadese ha pubblicato una serie di 42 articoli che descrivono i collegi elettorali in cui gli italiani contano più di 8.000 residenti o costituiscono più del 10% della popolazione. I liberali non hanno eletto un solo candidato tra le loro fila.

Se mai ci fosse un'elezione per illustrare l'adagio italiano, "chi lascia la via vecchia per quella nuova sa quello che lascia ma non quello che trova", questa sarebbe perfetta.

Foto dalla pagina Facebook di Elections Ontario, grafici di Priscilla Pajdo

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.