HCDSB, tirannia guidata
dal Commissario per l’Integrità

di Joe Volpe del July 26, 2022

TORONTO - La cosa più gentile che si può dire di alcuni dei fiduciari dell'Halton Catholic District School Board (HCDSB) è che si stanno preparando per il giorno delle elezioni del 24 ottobre 2022. Tutto ciò che dicono e fanno deve essere visto attraverso una lente politica.

In qualche modo, si sono convinti che la strada per la rielezione è persistere nel caratteristico non necessario e malizioso assassinio di carattere che hanno tentato di eseguire su uno dei loro colleghi nell'ultima riunione del Consiglio. Uno che è stato in congedo medico dall'inizio di quest'anno solare a causa di un grave intervento chirurgico.

I consigli e i loro trustee hanno l'obbligo per legge di esaminare le proiezioni di entrate e spese (principalmente come derivate dal numero di studenti iscritti) prima di inviare i documenti ufficiali al Ministero per ricevere i fondi appropriati per le esigenze degli studenti. Nel dicembre del 2021 alcuni fiduciari woke si sono sentiti offesi per i meticolosi interrogativi del fiduciario Vincent Iantomasi.

Erano offesi dal fatto che stesse facendo il suo lavoro: destinare i soldi delle vostre tasse come era giusto, responsabilmente per l’istruzione dei vostri figli; in secondo luogo, ritenere la componente operativa del Consiglio – il Direttore e il suo personale – responsabile delle proiezioni e delle spese. Gli incontri, registrati pubblicamente, sono/erano disponibili per coloro che hanno più di un interesse passeggero per i circa $ 400.000.000 che il HCDSB spende per l’istruzione pubblica. Di come vengono spesi i loro dollari e da chi.

Invece, guidato da un direttore che ora è andato alla St. Michael's College School di Toronto, e da un nuovo presidente, Marvin Duarte, il gruppo wokist nel consiglio ha ordinato all'Integrity Commissioner (IC) di "indagare" su come erano stati offesi dal linea di interrogazione profonda di Iantomasi.

Si può indovinare il risultato. Invece di richiedere un controllo forense, Daly, Duarte e i loro alleati hanno deciso un attacco frontale per bloccare la loro responsabilità. Chi sono i loro alleati? Un gruppo pungente la cui agenda sembra essere tutt'altro che educativa, cattolica o altro.

Senza alcun ordine particolare, includono Nancy Guzzo che sta ancora affrontando dodici (12) capi di accusa di frode, tre dei quali per somme superiori a $ 10.000. Non ha avuto la decenza di ritirarsi dalle riunioni anche se un individuo imparziale avrebbe potuto chiederne il licenziamento definitivo, visto che ha mostrato di non rispettare il sistema giudiziario in questi ultimi tre anni.

Un altro è l'ex presidente Murphy, che quando gli è stato chiesto perché non le avesse suggerito di ritirarsi dal dibattito, ha risposto che non riusciva a vederne il motivo.

Poi c'è Brenda Agnew il cui unico obiettivo è quello di proclamare Dinosauro chiunque nel Consiglio non sia d'accordo con il suo wokismo.

Fa parte di un gruppo pubblicamente dedito alla pulizia del consiglio da eventuali colleghi che possono essere ancora cattolici (in un consiglio cattolico) o che insiste sull’integrità procedurale e fiscale. E infine, Janet O'Hearn-Czarnota che deve ancora dichiarare se è "carne o pesce", ma serve e svolge i compiti di Agnew.

Il Ministro dovrebbe far effettuare un controllo forense e considerare la possibilità di porre il provveditorato sotto sorveglianza (fino a quando il pasticcio non sarà ripulito).

Questa sera, fedeli alla forma, questi cinque presenteranno una relazione dell’ IC (frutto della loro incompetenza, messa a disposizione del Corriere Canadese) volta a mettere in imbarazzo Iantomasi e a scaricare su di lui le sanzioni più severe in modo che non sia in grado di proporre domande pungenti alle prossime presentazioni del Bilancio dopo le elezioni del 24 ottobre. Lo stratagemma riesce solo a ricoprire di vergogna IC e HCDSB per le sue affermazioni immature.

Ora la proverbiale ciliegina sulla torta: problemi di tempistica della legge municipale rendono impossibile, illegittimo, invocare e applicare sanzioni entro 90 giorni dal giorno delle elezioni. Il calendario dice che oggi è il giorno 89.

Quante misure statutarie e normative devono sfidare prima che il Ministro scagli su di loro una verifica forense e poi la metta sotto commissariato?

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.