Elezioni comunali
tra conflitti e corruzione

di Joe Volpe del August 3, 2022

TORONTO - Mancano solo 16 giorni per sapere chi sarà sulla nostra scheda elettorale in modo da scegliere i nostri consiglieri comunali e fiduciari scolastici. Le candidature chiudono il 19 agosto. Noi del Corriere faremo del nostro meglio per informare i nostri lettori sui candidati e sulle loro piattaforme, se ne hanno una.

E no, non abbiamo nozioni preconcette su chi può "avere le qualità migliori". Siamo preoccupati per il conflitto reale, o percepito, dai titolari di cariche. Ad esempio, tre attuali candidati uscenti dalla carica di sindaco si sono trovati al centro di controversie in merito a conflitti monetari. Non abbiamo nessuna intenzione di saltare alle conclusioni.

Ad esempio, la vita del sindaco di Brampton, Patrick Brown, è diventata un libro aperto che tutti possono leggere. Dei singoli cittadini e colleghi consiglieri hanno sparato seri colpi al suo ruolo, senza gravi danni, finora. Come abbiamo sottolineato nella nostra copertura, alcuni attacchi diretti alla sua integrità potrebbero trovare una base nei fatti. Tuttavia, alcuni dei suoi denigratori non sono irreprensibili. Il loro comportamento ha dato motivo a qualsiasi individuo ragionevole di ritenere che essi stessi meritano una severa condanna e che le loro motivazioni sono quanto meno discutibili o egoistiche.

A Vaughan, due mesi fa, il sindaco Bevilacqua ha deciso di dimettersi. Poco prima della crisi del Covid, si era scoperto che aveva accettato un posto come Direttore nel Consiglio di un istituto finanziario per sviluppatori/edili nella sua città presentando progetti al suo Consiglio per l'approvazione. Ha affermato che tutti i soldi “guadagnati” (circa $100.000 all'anno) sarebbero andati a "organizzazioni di beneficenza". Che la gente gli creda o meno, dal momento che il municipio è stato effettivamente chiuso per due anni, è stato difficile perseguire le prove in un modo o nell'altro. Non ricandidarsi non servirà ad allontanare i dubbi.

A Toronto, John Tory potrebbe essere indagato per avere una relazione simile con il Rogers Control Trust (in cui ha azioni) per uno stipendio annuale simile, mentre è al tempo stesso il primo cittadino di Toronto. Rogers ha molti interessi in città, incluso il Rogers Centre, casa dei Blue Jays. Come gli altri due sindaci, ha ceduto gli elevati standard morali a chiunque e a tutti. Peccato. La città è fisicamente in un tale caos infrastrutturale. Finora non sono emersi candidati seri per riparare i danni alle infrastrutture e alla reputazione.

Hamilton potrebbe trovarsi in una situazione analoga. Lì, la leader fallita dell'NDP, Andrea Horwath, sta cercando l'elezione a sindaco. Fred Eisenberg, l'attuale sindaco ne ha avuto abbastanza. Negli anni Sessanta e (i primi del) Settanta, quando lavoravo a Stoney Creek, Hamilton era un centro di produzione. Ora si è trasformata in una città esclusivamente del sindacato, apparentemente brancolando nell'oscurità economica per un futuro. Ci sono ottimi consiglieri in cerca di leadership. Potrebbero non accontentarsi di vacue moralizzazioni. Vedremo.

Andiamo ai consigli scolastici. Le questioni del conflitto e della corruzione sono un po' più sfumate, ma ciononostante reali. Nella GTHA la situazione si sta evolvendo, non necessariamente in meglio. Andando avanti il Corriere farà una valutazione dei Consigli scolastici distrettuali cattolici della GTHA, dando a tutti i candidati l'opportunità di farsi conoscere dal loro elettorato cattolico.

Ci sono segnali incoraggianti: (1) i genitori cattolici hanno iniziato a organizzarsi per riprendersi controllo delle scuole, (2) hanno già intimorito un wokeist anticattolico, Norman Di Pasquale, che ha deciso, cogliendo il momento opportunistico, di candidarsi invece al consiglio comunale.

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.