Cosa sta succedendo a Brampton?

di Joe Volpe del July 13, 2022

TORONTO - Mi vengono in mente le immagini di una "sparatoria all'OK Corral". Per i seguaci della tradizione e della leggenda del Wild West americano in cui una banda di teppisti ha regolato i propri conti con un'altra fuori da un fienile attraverso l'uso abile di armi da fuoco piuttosto che con il dibattito in un tribunale. Il modo americano. O l'usanza inglese a' la Guerra delle Due Rose. O i gangster americani che si spartiscono territori nei centri urbani.

Solo che gli ultimi sviluppi sono avvenuti in Consiglio comunale con protagonisti e antagonisti due gruppi ben definiti di consiglieri, ciascuno con la propria agenda e ora in lotta attraverso i tribunali per far avanzare il proprio dominio.

Al centro c'è il sindaco Patrick Brown, non estraneo alle polemiche.

Brown e quattro "alleati" nel Consiglio, chiamali Gruppo A (Harkirat Singh, Michael Palleschi, Rowena Santos e Paul Vicente) hanno rilasciato un comunicato stampa comune in cui cantano vittoria per una decisione della Corte Superiore che annulla una precedente mossa del Consiglio orchestrata da Consiglieri rivali, chiamali Gruppo B (Martin Madeiros, Jeff Bowman, Pat Fortini, Doug Williams, Gurpreet Dhillon e MPP Chairmaine Williams) il 31 maggio, poco prima delle elezioni provinciali del 2 giugno.

Quest'ultimo gruppo ha nominato un'ex consigliere complice, Elaine Moore, per sostituire Charmaine Williams nel Consiglio. Williams non era stata ancora eletta, né il posto vacante era stato creato. Inoltre, ha votato per consacrare/nominare la sua sostituta. La legge municipale e lo statuto della città richiedono consultazioni pubbliche e domande pubbliche prima che venga presa qualsiasi decisione per ricoprire un posto vacante, dopo che si è verificato!

Il gruppo è andato avanti in una riunione speciale programmata per coincidere con l'assenza di Brown impegnato a partecipare a un evento di leadership del CPC nel Canada occidentale. Il consigliere Harkirat Singh ha fatto appello in Corte ritenendo che la decisione non fosse conforme alle leggi del comune e alla legge provinciale che governa le municipalità (the Municipal Act).

In una decisione pubblicata l'11 luglio, il giudice Doi ha concordato. La Corte era "... soddisfatta del fatto che la risoluzione e lo statuto siano stati approvati senza legittima giurisdizione e dovrebbero essere annullati nella loro interezza per illegalità". (enfasi aggiunta).

Scioccante! Funzionari municipali che agiscono come se la legge non si applicasse a loro e un giudice che se ne accorge è straordinario. E dopo? Charmaine Williams sarà espulsa dalla legislatura per aver commesso un atto illegale? Quali sono le conseguenze per i suoi partner in questa illegalità? Ai suoi ex colleghi consiglieri sarà impedito di cercare la rielezione a ottobre?

Non mi aspetto che succeda. Né mi aspetto che i cittadini li puniscano alle urne. Tuttavia, l'intera vicenda getta un ‘velo pietoso’ sulle questioni dei consigli comunali e sull'etica di quelli in carica. L'atmosfera ricorda così tanto altri esempi recenti visti in diversi consigli scolastici della GTA in cui bande di fiduciari e il loro accomodante personale dirigente stanno sovvertendo lo scopo stesso dell'istruzione.

Almeno a Brampton, il City Clerk e il City Solicitor avrebbero apparentemente avvisato il gruppo B incriminato che quello che stavano facendo era probabilmente illegale e, come minimo, dannoso per la reputazione collettiva di Brampton. "Difendere ciò che è giusto" può essere costoso.

Sarà interessante la causa che seguirà. I cittadini di Brampton terranno stretti i loro portafogli. Sul fronte politico Brown, può puntare a una vittoria legale/politica mentre contempla i prossimi passi nella sua carriera politica.

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/

 

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.