CorrCan Media Group

$14 miliardi per mettere a tacere i problemi del Covid-19

$14 miliardi per mettere a tacere i problemi del Covid-19

$14 miliardi per mettere a tacere i problemi del Covid-19

TORONTO – Tradizionalmente, il venerdì serve da “scarico delle comunicazioni” della settimana per qualsiasi giurisdizione – governativa, aziendale o istituzionale – per diffondere le informazioni. La cittadinanza è generalmente altrimenti concentrata sui temi di fine settimana e/o troppo esausta per motivi relativi agli eventi stressanti della settimana per prestare troppa attenzione. Anche se fosse minimamente attenta, di solito non può fare molto. Esiste un “ufficio” che prende dei nuovi impegni dopo le 13:00 di venerdì?

Ciò nonostante, il governo federale ha ritenuto che sarebbe stata una buona tattica annunciare di aver stanziato 14 miliardi di dollari – in “spese aggiuntive” – come parte del piano per passare al normale esercizio commerciale, per compensare la perdita di attività economica e per garantire che “il sistema” fosse pronto nel caso il Covid-19 dovesse ritornare questo autunno.

I pochi dettagli emersi hanno suggerito che tutte le spese sarebbero “legate” a delle attività ben specifiche i cui risultati ed e€caci potrebbero essere misurati. Quindi, ci si potrebbe chiedere “in aggiunta a quali somme”, ma 14 miliardi di dollari rimangono comunque una somma impressionante. Addirittura, è all’incirca l’equivalente del 5,1% delle spese federali previste per l’ultimo anno fiscale.

Calma ragazzi, risponde subito il Premier dell’Ontario in una conferenza stampa dopo quella del Primo Ministro, L’Ontario ha bisogno della sua giusta quota, lui sostiene senza mezze parole. Come tutti gli “Ontario-firsters” (prima noi, poi…) che abitano in questa bellissima regione, potremmo essere d’accordo.

Allora, come si calcola questa giusta somma? L’Ontario ospita il 36% della popolazione canadese ed è responsabile per circa il 42% del prodotto interno lordo (PIL) del Paese. Dunque, il 40% – cioè 5,6 miliardi di dollari – di quel totale non sarebbe fuori ordine.

Invece, no … il Premier ha sottolineato, esprimendosi con tutta la serietà immaginabile. Il Covid-19 è già costato all’Ontario 23 miliardi di dollari; quindi, a suo parere, i 14 miliardi di dollari rappresentano semplicemente solo un punto di partenza nella discussione. E, tra l’altro, “la Provincia ci penserà da sola come spendere l’importo”.

Come parte della sua strategia di negoziare in pubblico, ha ricordato ai presenti – fisicamente e virtualmente – che l’Ontario “invia a Ottawa” 13 miliardi di dollari, ogni anno, più di quanto non ritornino. È un argomento standard di tutti gli “Exiters”. Solo i numeri e il modo in cui vengono calcolati cambiano.

Il Premier Ford ha fatto del suo meglio per “sembrare moderato”. Moderazione o no, la paura del Covid-19 si è ora spostata su un equipaggiamento in cui il pubblico sarà intrattenuto con un gioco politico di parte: quale giurisdizione ha oscillato o vacillato di più o commesso errori di più.

Alti funzionari della sanità pubblica in tutto il Paese (sì, tra cui la dottoressa Theresa Tam) ora sembrano essere d’accordo sul fatto che l’82% di tutti i decessi correlati al Covid-19 si siano verificati nelle case di cura a lunga degenza. Questi, come quasi tutte le questioni relative alla salute pubblica (ad eccezione dei brevetti farmaceutici e delle licenze correlate), sono disciplinati dalle leggi provinciali e dai loro regolamenti.

Allora, chi dovrebbe essere ritenuto responsabile e obbligato a pagare per questa tragedia?

PER LEGGERE I COMMENTI PRECEDENTI: https://www.corriere.ca/il-commento/