CorrCan Media Group

Toronto Real Estate Market: infuocato e pronto a partire

Toronto Real Estate Market: infuocato e pronto a partire

Toronto Real Estate Market: infuocato e pronto a partire

TORONTO – Il mercato immobiliare nella GTA sembra tornare a vivere. Il settore immobiliare è uno dei primi indicatori che l’economia è pronta a ripartire.
Le restrizioni del blocco per il Covid-19 possono aver messo in ginocchio l’economia all’inizio della primavera ma sembra che il mercato immobiliare di Toronto abbia “ridotto” i danni della caduta economica causata dal coronavirus.

Può sembrare prematuro, ma i segni di ripresa economica sono ovunque; il mercato immobiliare canadese, per esempio, è tornato a viaggiare a gonfie vele. Come riportato nel Corriere Canadese da Mariella Policheni in una delle precedenti edizioni, il Toronto Regional Real Estate Board (TRREB) ha pubblicato un resoconto aggiornato delle statistiche abitative all’inizio di questa settimana (7 luglio).

Rispetto alle vendite del maggio 2020, in calo del 54% rispetto all’anno precedente, il rapporto mostra un aumento sostanziale a giugno – un balzo delle vendite dell’ 89%. Da un anno all’altro, il tasso di vendite è leggermente diminuito, solo dell’1,4%, rispetto al giugno del 2019.

Il prezzo medio di vendita è stato di 930.869 dollari per tutti i tipi di casa nel territorio della GTA. Rispetto al giugno del 2019, il prezzo medio è aumentato dell’11,9%. Nel mese di maggio, l’importo comparativo riflette un aumento medio dei prezzi del 7,9% rispetto a quelli del maggio del 2019.

Lo scorso mese si è registrato un notevole aumento dei settori di mercato delle “ville” e villette a schiera nella GTA. Georgia Kotiadis-Carnevale, un broker immobiliare con oltre 27 anni di esperienza, attiva con Royal Le Page Real Estate Broker, sostiene che “è il mercato del venditore”.

Ad esempio, all’inizio di questa settimana, Kotiadis-Carnevale ha messo in vendita un domicilio presso il quartiere di Dufferin /Bloor con prezzo indicato di 899.000 dollari. Ha ricevuto 10 offerte e la casa e’ stata venduta per piu’ del prezzo richiesto – 1,3 milioni di dollari.

Prima del Covid-19, la domanda era in crisi. Negli ultimi tre mesi, è aumentata considerevolmente con il ritiro dal mercato di potenziali venditori. Il mercato è più vantaggioso per il venditore ora a causa dei livelli più bassi degli immobili disponibili.

Rispetto a giugno 2019, le quotazioni attive sono diminuite del 28,8% nel giugno 2020. Le nuove inserzioni nel GTA stanno rimbalzando e sono ora in aumento del 2,1% rispetto a un anno fa.

Molti abitanti della città, che sono stati “chiusi in casa” e hanno lavorato da remoto nel corso degli ultimi mesi, stanno cercando di uscire dai centri urbani per trasferirsi nelle periferie e nelle zone rurali. Quindi, anche il settore delle vendite delle case ha visto un’attività accelerata negli ultimi mesi. Nel mese di giugno, ci sono stati risultati positivi nelle vendite di case e nei prezzi di vendita.

Si tratta di una tendenza che continuerà? La presidente del TRREB, Lisa Patel, ha detto “… salvo eventuali battute d’arresto, dovremmo continuare a vedere condizioni di mercato più forti nella seconda metà del 2020, poiché le famiglie cercano di soddisfare le loro esigenze di proprietà e di alloggio”.

Tali “battute d’arresto” includono presumibilmente una rinascita nei casi di Covid-19. I rischi che ne derivano potrebbero causare ulteriori impatti economici negativi – per ogni settore. Per ora, il settore immobiliare di rivendite sta vivendo un mini boom.