CorrCan Media Group

Operazione antidroga della polizia di York

Operazione antidroga della polizia di York

TORONTO – Decine di arresti e sequestro di armi e droga per svariati milioni di dollari.

Questo il frutto di una vasta operazione portata a termine dalla Polizia Regionale di York. Le lunghe ed accurate indagini ed i successivi blitz delle forze dell’ordine hanno permesso il sequestro di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, per il valore complessivo di almeno 45 milioni di dollari, e l’arresto di 50 persone.

Due le distinte operazioni investigative, denominate Project Moon e Project Zen, che hanno visto le indagini della polizia estendersi su di una vasta area, tra la GTA e l’Ontario meridionale.

Project Moon – che ha interessato le città di Markham, Lindsay e Pefferlaw – ha portato al sequestro complessivo di ben 20.000 piantine di marijuana illegalmente coltivate, 560 chilogrammi di cannabis essiccata, 23 chili di anfetamine, 15.300 pillole di MDMA – nota anche come Ecstasy – 4 chili di funghi allucinogeni, 400 pillole di Viagra, 220.000 dollari in denaro contante e quattro pistole, inclusa una pistola mitragliatrice leggera Tec-9.

Arrestate 42 persone che dovranno ora rispondere di ben 118 capi d’accusa. Project Zen ha permesso alla polizia di York di sequestrare – in un’abitazione situata nella città di Vaughan – 56 chilogrammi di marijuana, 19 chilogrammi di cocaina, 16,5 chili di metamfetamine in pillole, 5 armi da fuoco semi-automatiche e 270.000 dollari in denaro contante. Otto le persone arrestate nel corso di questa operazione che ha visto la Polizia Regionale di York, aœancarsi nelle indagini all’OPP ed alla Polizia di Toronto.

Le indagini relative a Project Zen avevano preso il via all’inizio del 2019 ed hanno permesso alle forze dell’ordine di smantellare un’organizzazione criminale dedita alla produzione ed allo smercio del Fentanyl, l’oppiaceo cento volte più potente della morfina, e che – negli ultimi anni – ha mietuto migliaia di vittime tra Canada e Stati Uniti.

Il sergente della Polizia Regionale di York, Doug Bedford – nel corso di una conferenza stampa, tenutasi ieri presso il quartier generale – ha tenuto a precisare che “Project Moon dimostra come le organizzazioni criminali abbiano cercato di sfruttare – con scopi illeciti – il sistema che, in Canada, permette ora un uso legale della marijuana e dei suoi derivati”.

Bedford ha poi sottolineato come le stesse organizzazioni avessero “trasformato delle fattorie abbandonate, nel sud dell’Ontario, in vere e proprie coltivazioni illegali di cannabis, contravvenendo così alla legge”.

Sempre Bedford ha specificato che l’obiettivo della banda, ora sgominata, fosse quello di vendere la marijuana coltivata qui in Canada, anche sul mercato statunitense.

Il sovraintendente dell’unità per la lotta al Crimine Organizzato in seno alla Polizia Regionale di York, Mike Slack, ha evidenziato come “questo intero network criminale, dedito alla produzione illegale di pericolose droghe sintetiche, si finanziava grazie alla coltivazione illecita e la successiva vendita sul mercato di cannabis”.

“I soggetti associati a questo progetto – ha proseguito Slack – hanno abusato, con astuzia criminale, del sistema di licenze, messo a punto dal Ministero della Sanità, a seguito delle leggi entrate in vigore in Canada lo scorso autunno in materia di coltivazione e vendita della marijuana”.

L’ispettore Slack ha inoltre sottolineato come i criminali arrestati vendessero la marijuana – coltivata illegalmente – sul mercato nero, per poi utilizzarne i ricavi per produrre e vendere droghe come le metamfetamine e la MDMA o Ecstasy.

Lo stesso Slack ha sottolineato come la banda sgominata avesse legami stretti con ’street gangs’ come la Parkdale Crips, dedite allo spaccio di stupefacenti in tutta la GTA.

L’annuncio e la conferenza stampa di ieri hanno fatto seguito ad un’altra vasta operazione di polizia, denominata Project Skylark, che – nelle città di Ottawa, Sudbury e Niagara – aveva visto, sempre questa settimana, lo smantellamento di un’altra organizzazione dedita alla produzione ed allo spaccio di cocaina, metamfetamine ed oppiacei. Dopo 14 mesi di indagini erano state arrestate 15 persone legate agli ’Hell’s Angels Bikers’ dell’Ontario.

Giorgio Mitolo

More in GTA e Dintorni
L’Intervista
May Sun ,2017