CorrCan Media Group

Crisi di Covid-19 nelle case di cura a lunga degenza

Crisi di Covid-19 nelle case di cura a lunga degenza

Crisi di Covid-19 nelle case di cura a lunga degenza

TORONTO – L’attuale conteggio dei casi in Ontario di Covid-19 è pari a 17.923 (al 4 maggio). Ciò rappresenta un aumento di 370 casi dal giorno precedente (un tasso di aumento del 2,1%). Il numero di morti, 1.300, secondo il Ministero della Salute, ci dicono che il virus continua ad avere effetti devastanti.

È evidente che la lotta concentrata contro questo virus è nelle case di cura a lungo termine (LTCH). Ci sono 175 LTCH dove è presente un focolaio e 2751 residenti sono risultati positivi. Ad oggi, l’Ontario ha segnalato 972 decessi correlati al Covid-19 tra i residenti nelle LTCH (75% di tutti i decessi in Ontario).

Nell’edizione di martedì, abbiamo delineato l’impatto che il Covid-19 sta avendo nelle LTCH tra tre delle municipalità regionali che compongono la Greater Toronto Area (GTA), cioé: York, Peel e Halton.

Chi vive nella GTA ha il privilegio di vivere in una delle aree più ricche del paese. Con una popolazione di oltre 6 milioni di abitanti, la GTA è la più grande area metropolitana del Canada. Oggi rivolgiamo la nostra attenzione alle altre due regioni: la città di Toronto e la regione di Durham.

Toronto è una città fiorente con una popolazione di 2,7 milioni di abitanti (grafico 1). I residenti di Toronto hanno in media un reddito familiare di 82.908 dollari (secondo Stats Canada).

La regione di Durham, con una popolazione di 646mila abitanti, è composta da otto comuni: Ajax, Brock, Clarington, Oshawa, Pickering, Scugog, Uxbridge e Whitby. Il reddito familiare medio per i residenti nella regione di Durham è di 104.378 dollari (grafico 2).

Le conseguenze provocate dal Covid-19 nelle LTCH sia a Toronto che nella regione di Durham sono illustrate nel grafico 3. La città di Toronto ha 104 LTCH, e di queste, 53 sono considerate dei focolai. All’interno di queste case, 1.178 residenti sono risultati positivi e, tragicamente, 416 sono morti. Una cifre che rappresenta il 43% di tutti i decessi nelle LTCH dell’Ontario.

Delle 19 LTCH che operano nella regione di Durham, la cui popolazione è di circa un quinto di quella di Toronto, cinque sono attualmente in crisi. Centosessantasette (167) dei loro residenti sono morti a causa di Covid-19. Tale numero rappresenta il 17% di tutti i decessi nelle LTCH dell’Ontario. (grafico 3).

È scioccante; i decessi attribuibili al Covid-19 nelle LTCH in tutte le 5 regioni della GTA rappresentano 727 dei 972 morti nelle strutture LTCH dell’Ontario – il 75% di tutti i decessi nelle LTCH della provincia. E queste sono tutte case sovvenzionate dal governo.

In una conferenza stampa il 4 maggio, il Ministro delle Case di cura a lungo termine (LTC), Merrilee Fullerton, ha ammesso che il settore LTC è stato in gran parte trascurato. La ministra non ha elaborato, se non per citare alcuni problemi carattere disponibilità letti e di personale.

Se la GTA è una delle regioni più ricche del paese, perché c’è una crisi del genere nelle LTCH? Continuate a seguirci mentre rivolgiamo la nostra attenzione verso le regioni finali che compongono il “Golden Horseshoe”, la città di Hamilton e la regione del Niagara.