CorrCan Media Group

Covid e mattone: boom del mercato immobiliare nella Gta

Covid e mattone: boom del mercato immobiliare nella Gta

Covid e mattone: boom del mercato immobiliare nella Gta

TORONTO – Boom del mercato immobiliare nella Gta. La conferma del trend positivo è arrivata da un rapporto del Toronto Regional Real Estate Board (TRREB) che mette in luce come nel mese di luglio si sia raggiunto un livello record nelle compravendite delle abitazioni a Toronto e dintorni. Un ritorno repentino al mattone che secondo gli analisti di mercato ha degli evidenti collegamenti con la pandemia di Covid-19.

Ma andiamo con ordine. Secondo il TRREB a luglio sono state vendute 11,081 case nella Gta, con una aumento annuale del 29,5 per cento. Su base mensile l’incremento è molto più cospicuo, pari al 49,5 per cento. Anche i prezzi medi confermano come il mercato immobiliare sia tornato a correre: rispetto al luglio del 2019, il costo medio delle abitazioni vendute ha subito un’impennata del 16,9 per cento, mentre su base mensile si è registrato un incremento dei prezzi del 5,5 per cento.

Ad alimentare la corsa dei prezzi e il numero di vendite sono stati alcuni fattori ricollegabili al coronavirus. Innanzitutto il mercato immobiliare nei mesi di aprile e maggio si è fermato. Chi era intenzionato a comprare casa durante la primavera ha dovuto aspettare, finalizzando l’acquisto durante l’estate.

L’impossibilità prima e la difficoltà poi di viaggiare all’estero secondo gli analisti hanno spinto gli acquirenti a comprare casa in un periodo – il mese di luglio – dove storicamente il mercato delle case rallenta fortemente.

“L’attività delle vendite – ha sottolineato la presidente del Toronto Regional Real Estate Board – è stata estremamente forte per il primo pieno mese dell’estate. Normalmente registriamo un rallentamento a luglio collegamento alle vacanze, specialmente per quelle famiglie che hanno i figli che finiscono la scuola. Quest’anno, comunque, è stato diverso, con la domanda che si è dovuta fermare ad aprile e maggio. Inoltre, meno persone stanno viaggiano e questo si è tradotto con un incremento delle compravendite”.

A fare la parte del leone nelle vendite durante lo scorso mese sono state le villette indipendenti (detached homes) con 5.633 abitazioni vendute, seguite dagli appartamenti a quota 2.423. Secondo gli analisti il trend positivo dovrebbe durare per tutta l’estate, con un fisiologico rallentamento in concomitanza con l’autunno.