CorrCan Media Group

Ad Imola la Ferrari va alla caccia di riscatto 

Ad Imola la Ferrari va alla caccia di riscatto 

Ad Imola la Ferrari va alla caccia di riscatto 

IMOLA – Quattordici anni dopo l’ultima volta, la Formula 1 torna a Imola, uno dei circuiti più iconici del Circus, con il Gran Premio dell’Emilia Romagna. Un’assenza lunghissima, tanto che tra i piloti in gara l’unico ad aver corso sul circuito emiliano è il 41enne finlandese Kimi Raikkonen, oggi al volante di un’Alfa Romeo.

Questo fine settimana sarà ancora una volta il britannico Lewis Hamilton l’uomo da battere, alla guida di una Mercedes pressoché invincibile, in virtù delle 8 vittorie su 12 gare mondiali sin qui disputate e col record di 92 gran premi conquistati (superando Michael Schumacher, ndr) grazie al trionfo di domenica scorsa in Portogallo.

Il sei volte campione del mondo – largamente in testa alla classifica piloti anche quest’anno – dovrà però guardarsi le spalle dal compagno di squadra, il finnico Valtteri Bottas, a caccia del terzo successo stagionale.

Chi invece proverà a battere tutti i pronostici – a loro sfavorevoli – sono i due ferraristi, specie il monegasco Leclerc dopo il quarto posto da lui ottenuto sul circuito lusitano di Portimao.

“Questa pista non perdona l’errore”, sono d’accordo Charles Leclerc e Sebastian Vettel alla vigilia del weekend di Imola.

Il monegasco della Ferrari ci ha già corso, ma non in Formula Uno: “Una sola volta, ai tempi della Formula Renault. La pista mi piace molto e guidare qui è emozionante. – dice Leclerc – Ci sono passaggi molto tecnici, specialmente alcune curve che non concedono margine d’errore. Credo che i piloti che non la conoscono ameranno Imola fin da subito”.

Esordio assoluto, invece, per il tedesco: “Ma tutti conoscono questo circuito dato che è stato una presenza fissa nel calendario per tanti anni. Nel 2006, l’ultima volta che si è corso qui, c’ero, ma ero solo un collaudatore del team BMW Sauber. Non ho mai nemmeno percorso a piedi la pista e questo sarà il mio esordio assoluto”.

I piloti scenderanno in pista solo domani ed avranno a disposizione un turno di libere: “In questo weekend proveremo anche il formato su due giorni anche se, ad essere onesti, abbiamo sperimentato qualcosa di simile un paio di settimane fa, quando non siamo stati in grado di uscire dai box a causa del maltempo al Gran Premio dell’Eifel. Sarà interessante vedere come si svolgerà questo weekend così compresso”, le parole di Leclerc. Vettel sottolinea che “il tracciato è molto bello, ma non perdona gli errori. Non vedo l’ora di guidare finalmente in questo autodromo”.

Mancherà purtroppo il grande calore del pubblico italiano e ferrarista, causa misure anti-Covid.