Il coronavirus alimenta “corona-comfort”

di Priscilla Pajdo del December 27, 2020

Il 2020 è sicuramente "un anno da ricordare".  La presenza del Covid-19 nella nostra società ha provocato molteplici lockdown, provocato la perdita di milioni di posti di lavoro e portato alla cancellazione di innumerevoli eventi speciali e occasioni di festa.

La gente trascorre più tempo a casa.  È naturale cercare un po'di conforto in un ambiente familiare durante periodi di incertezza. Coloro che se lo possono permettere e abbiano i mezzi per lavorare da casa possono scegliere di farlo in modo più rilassato e confortevole.

Pre-pandemia, la routine mattutina avrebbe potuto consistere in tempo trascorso nell'armadio alla ricerca di un completo appropriato che soddisfacesse gli standard del posto di lavoro. Il dibattito interno era reale: un blazer sarà troppo o il denim forse troppo informale?

L’idea di vestirsi in un comodo completo atletico per l'ufficio non attraverserebbe mai la mente.  Tuttavia, un ambiente di ufficio domestico non ha tali restrizioni.  Man mano che il movimento del "lavoro remote" prende terreno, quali sono gli impatti sul proprio senso dello stile e della formalità?

Mentre più canadesi si stanno adattando a un accordo di lavoro da casa, un sondaggio condotto da ClickMeeting ha scoperto che il 56% ha dichiarato di preferire il lavoro a distanza.  Forse è la libertà di vestirsi più informalmente che la gente trova piacevole. Questi sentimenti non sono solo quelli dei canadesi, ma vengono condivisi da molti in tutto il mondo.

Ad esempio, secondo l'ultimo sondaggio di Ipsos MORI, il 67% dei britannici afferma di vestirsi in modo più casual dall'inizio della pandemia. Un altro 59% concorda sul fatto che lavorare da casa rende facile la decisione di "vestirsi" a modo suo.

La metà di tutti i partecipanti al sondaggio ammette di indossare il loungewear (jogging, leggings, abbigliamento da palestra) come abbigliamento preferito come abbigliamento quotidiano. Non sorprende quindi che il 43% abbia dichiarato di vestirsi con abiti da lavoro convenzionali meno frequentemente.

Dopo tutto, qual è la necessità quando l'ambiente dell'ufficio domestico è meno formale e non è necessario incontrarsi in vivo per concludere affari. Anche durante una riunione di lavoro virtuale, si può semplicemente scegliere di spegnere il video, soprattutto se non vestiti in modo appropriato all’incontro.

Anche se negli standard d'abbigliamento la gente può essersi rilassata, l'area dell'igiene personale e della routine di toilettatura è tutta un’altra cosa. Per fortuna, gran parte degli intervistati si attiene ad una sana routine igienica. Tuttavia, uno su quattro ammette di avere meno probabilità di fare la doccia ogni mattina, rispetto a prima della pandemia.

Covid-19 ha introdotto molte sfide nella nostra vita e sconvolto alcune delle nostre abitudini e della nostra routine quotidiana. Ha portato cambiamenti nel modo in cui lavoriamo, nel modo in cui ci vestiamo e nel modo in cui interagiamo con gli altri.

Come per qualsiasi cambiamento di stile di vita, è bene attenersi a un regime, dopo tutto, c'è conforto in questo. Quindi, svegliati, lavati, vestiti e presentati al lavoro, anche se ci sono pochi passi tra il letto e lo spazio di lavoro.

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.