Gli sconfitti eccellenti delle elezioni federali

di corriere canadese del October 23, 2019

TORONTO - Come in tutte le consultazioni elettorali, all’indomani del voto si registrano vincitori e vinti. E lo stesso è accaduto anche in questa occasione.

Tra i candidati che - a malincuore - non sono riusciti a conquistare un seggio ad Ottawa, vi sono due italocanadesi di grande profilo: Maria Augimeri e Sandra Pupatello.

L’ex consigliere comunale di North York prima e della Toronto amalgamata poi, la neodemocratica Maria Augimeri, sfidava la liberale Judy Sgro nel collegio di Humber River-Black Creek. Sgro era la parlamentare uscente e tutti i sondaggi davano Augimeri nettamente sfavorita contro la rivale. Le urne hanno poi confermato le ricerche demoscopiche, dando alla Sgro 22.983 voti contro i 7.126 dell’Augimeri.

Altra candidata eccellente che ha dovuto nuovamente assaporare il gusto amaro della sconfitta è risultata essere Sandra Pupatello, candidata liberale nel collegio di Windsor West, in Ontario. Pupatello - già ministro provinciale, nel governo di Dalton McGuinty - è stata superata dal neodemocratico Brian Masse, che dal 2002 deteneva il seggio ad Ottawa. Le urne hanno assegnato 20.692 voti a Masse e 18.697 alla Pupatello, giunta così alle sue spalle.

Dopo 40 anni vissuti in politica, il liberale Ralph Goodale - ex ministro federale nel governo guidato da Justin Trudeau - ha dovuto lasciare il passo a vantaggio del conservatore Michael Kram, risultato vincitore nel collegio di Regina-Wascana, nel Saskatchewan, con 22.186 voti contro i 14.998 di Goodale.

Altro sconfitto eccellente del voto di lunedi è risultato essere il leader populista del PPC, Maxime Bernier, che ha perso il seggio che deteneva - a Beauce, nel Quebec - a vantaggio dell’ex compagno nel partito conservatore Richard Lehoux. 16.772 preferenze non sono state sufficienti, a Bernier, per superare le 22.817 conquistate da Lehoux.

Un altro tonfo per il partito conservatore è rappresentato dalla sconfitta patita dalla vicepresidente dei tories Lisa Raitt, sonoramente battuta - nel collegio elettorale di Milton, in Ontario - dal liberale Adam van Koeverden, campione olimpico nel kayak. Quest’ultimo ha ottenuto 29.878 preferenze, mentre alla Raitt ne sono andate 21.236.

Tra gli altri candidati notabili che non sono riusciti a conquistare uno dei 338 seggi disponibili al parlamento di Ottawa ricordiamo il neodemocratico Matthew Dubè - già ministro ombra dell’NDP per la pubblica sicurezza - sconfitto dalla marcia trionfale del leader del bloc quebecois, Yves-François Blanchet, nel collegio di Beloeil-Chambly, in Quebec.

Nota di colore infine, l’attore e cantante folk, George Canyon, correva tra le fila dei conservatori per conquistare il seggio di Central Nova - in Nova Scotia - ma è risultato sonoramente sconfitto dal liberale Sean Fraser, che forse aveva meno ’fan’ ma ha trovato più elettori.

Giorgio Mitolo

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.