CorrCan Media Group

“Parlate inglese oppure tornate a casa vostra”

“Parlate inglese oppure tornate a casa vostra”

“Parlate inglese oppure tornate a casa vostra”

LONDRA – “Qui da oggi si parlerà solo inglese. Altrimenti tornatevene a casa vostra, così non infetterete più il nostro Paese”. A poche ore dall’u.cialità della Brexit, un messaggio razzista ha scosso il Regno Unito. Da venerdì scorso – ultimo giorno della Gran Bretagna nell’Unione Europea, dopo l’entrata in vigore della Brexit – in un condominio popolare di Norwich, in Inghilterra, è comparso un manifesto appeso a tutti i piani dell’edificio Winchester Tower.

Nel delirante testo – intitolato Happy Brexit Day – si leggeva “qui da oggi si parlerà l’inglese della Corona. Finalmente torneremo un gran Paese. Una regola che dovrà essere chiara d’ora in poi” – continuava il messaggio anonimo, presumibilmente postato da un residente dello stabile – “è che si dovrà parlare inglese in questo condominio. Se invece vorrete continuare a parlare la vostra lingua madre, quella del Paese da dove venite, potete allora tornarvene a casa e restituire l’appartamento al Comune che così potrà concederlo alle famiglie britanniche e potremo tornare alla normalità prima che voi infettaste la nostra grande nazione”.

Secondo alcune fonti, in quell’edificio, a Norwich, abiterebbero diverse famiglie provenienti da Paesi dell’Est Europa. A seguito delle comprensibili e reiterate proteste degli stessi inquilini del condominio è intervenuta la polizia britannica che ha classificato il manifesto ed il suo contenuto come un “crimine ignoto” e si è messa a caccia dell’autore che rimane tuttora anonimo.

In risposta, alcuni residenti dell’edificio hanno appeso a loro volta dei manifesti in cui si leggeva “Tutti sono benvenuti a Norwich”. Toni Maguire – una 70enne che vive al quarto piano del palazzo – ha detto “pensiamo tutti che sia stata una cosa assolutamente disgustosa. È oltraggioso”.

Dopo la pubblicazione dell’immagine che ritraeva il manifesto (il primo a farlo è stato il quotidiano inglese The Indipendent, ndr) ed il conseguente scoppio di vibranti polemiche, il consiglio comunale della città a nordest di Londra ha voluto sottolineare che “la nostra città (Norwich, ndr) è stata sempre accogliente e generosa e non permetteremo simili messaggi di intolleranza”.

Indignazione si è presto registrata anche sui social network, con alcuni utenti che accusano la Brexit di liberare nel Paese – in maniera sempre crescente – istinti razzisti e xenofobi.