CorrCan Media Group

Trump getta la maschera, l’America rischia grosso

Trump getta la maschera, l’America rischia grosso

Trump getta la maschera, l’America rischia grosso

di Francesco Veronesi

TORONTO – Le abbiamo accolte come provocazioni, battute di cattivo gusto, cadute di stile. Dal luglio del 2015 – quando Donald Trump annunciò la sua intenzione a correre per la nomination del Gop – le sparate e le proposte del tycoon del mattone ci hanno fatto accapponare la pelle con una cadenza quotidiana. E abbiamo provato a dare un senso, una logica, una giusta dimensione a una narrativa barbara, povera nei contenuti, inaccettabile nella forma.

In tutti questi mesi il messaggio trumpiano ha avuto un unico obiettivo: la ricerca disperata del voto di protesta dell’americano medio sfiancato dagli otto anni di Obama. Ma nel dibattito di mercoledì sera il magnate newyorchese ha definitivamente gettato la maschera: e l’ipotesi di un’America che il 9 novembre si risveglia con Trump alla Casa Bianca è davvero apocalittica.

Il fatto che il candidato repubblicano abbia detto che potrebbe anche non accettare il verdetto delle urne apre a degli scenari inediti e preoccupanti per la democrazia americana che ha tenuto, anche tra mille contraddizioni, per 240 anni. L’accettazione della sconfitta è l’elemento chiave che distingue una democrazia da un regime autoritario.

Ma nel dibattito di Las Vegas, forse per la prima volta, è emersa con chiarezza quella che potrebbe essere l’America di Trump nel caso in cui il miliardario dovesse vincere: un Paese che farebbe un salto indietro di cinquant’anni, con una Corte Suprema infarcita di giudici pronti a gettare nella spazzatura il diritto all’aborto, un Paese dove si assisterebbe a una liberalizzazione ancora più marcata della vendita di armi, un Paese dove scatterebbe la caccia all’immigrato senza documenti con retate, deportazioni di massa, famiglie divise, lacrime e sangue.

Un Paese minaccioso, intollerante verso le minoranze – etniche, religiose, di orientamenti sessuali – e verso tutto ciò che è considerato diverso. L’ultimo dibattito segna uno spartiacque, a meno di tre settimane dal voto: il popolo americano ha il dovere di dimostrare la sua maturità.

(Venerdì 21 ottobre 2016)

Scarica “Trump getta la maschera, l’America rischia grosso”

>> English Version

More in English Articles