CorrCan Media Group

Da Pizza Nova 135mila dollari per Variety Village

Da Pizza Nova 135mila dollari per Variety Village

TORONTO – Ci sono in eccesso 86.000 organizzazioni non a scopo di lucro (alcune esentasse per beneficenza) eccesso, messi a disposizione per le nostre comunità per i servizi a famiglie e ai singoli.

Molti di loro sono indirizzati a specifici bisogni manifestati da individui che altrimenti potrebbero essere lasciati al di fuori dalla logica della “taglia unica per tutti i programmi”.

Aziende come Pizza Nova, il suo fondatore Sam Primucci, il
presidente Domenic Primucci e le loro famiglie vengono contattati frequentemente (a volte con insistenza) per donare contributi.

È necessario trovare un delicato equilibrio per valutare i proventi disponibili per i beneficiari adeguati.

Ed è necessaria un’efficiente burocrazia interna per soddisfare le richieste e ottenere migliori risultati.

Ciononostante, lo sforzo e la spesa valgono la pena, come afferma Domenic Primucci, Presidente di Pizza Nova: “rendere alla comunità è parte del DNA di Pizza Nova. Il bene della comunità è un valore fondamentale che viviamo ogni giorno. Siamo grati che la comunità ci sostenga così fortemente e crediamo fortemente nel ricambiare alla stessa maniera”.

Diversi anni fa, suo padre, Sam Primucci, era alla ricerca di un’organizzazione basata sulla comunità, la cui etica aziendale e il servizio alla comunità avrebbero massimizzato il contributo di gruppi di cittadini come quelli di Pizza Nova.

Sam Primucci rimase convinto che il Variety Village – un ente comunitario che offre servizi di sport, atletica, leadership e programmi finalizzati a specifici bisogni – era proprio quello che voleva sostenere.

Ogni anno, negli ultimi 20 anni, Pizza Nova ha dedicato una giornata, ormai comunemente conosciuta come il giorno del “That’s Amore Pizza for Kids”, in cui offre un particolare prodotto ad un prezzo di vendita (quest’anno era una pizza al salame di medie dimensioni al costo di 4.39 dollari) da cui ha donato 1 dollaro al Variety Village per ogni acquisto.

Quest’anno il ricavato ha fruttato 135.286 dollari, portando quindi il totale raccolto da Pizza Nova dall’inizio per questo scopo a 1,6 milioni, come ha detto Domenic, che insieme al padre, Sam, ha
consegnato al Variety Village l’assegno relativo al totale dell’anno corrente, il 16 maggio 2019.

“Siamo sempre stati orgogliosi di associare Pizza Nova a Variety Village – ha aggiunto Sam Primucci – un’organizzazione i cui programmi arricchiscono la vita di migliaia di bambini che vivono con disabilità fisiche e mentali in un ambiente accessibile e dove tutti sono uguali e benvenuti”.

I rendiconti finanziari disponibili sul sito di Variety Village suggeriscono che Pizza Nova non è solo il più grande donatore singolo, ma è anche il più efficiente in termini proporzionali alle entrate per le spese stanziate a scopo di raccolta fondi dell’organizzazione.

Solo l’1,5% delle entrate generate dalla donazione di Pizza Nova è stato addebitato per la raccolta di fondi nel 2017.

Tutti i punti vendita di Pizza Nova hanno partecipato alla campagna per il giorno dell’evento fissato al 14 maggio.

Domenic Primucci ha espresso soddisfazione per il fatto che ogni franchisee si sia dimostrato compiaciuto per il risultato.

“Loro e noi, vogliamo fare la differenza nella vita di ogni bambino, ancora di più in quelle di coloro che non possono condividere i nostri vantaggi”, ha aggiunto. “Quindi è altrettanto importante l’aver generato consapevolezza pubblica nelle comunità, che quindi si uniscono per questo scopo”.

Oltre al contributo finanziario, la società ha generato piu’ di 2 milioni di dollari nella consapevolezza dei media per il lavoro svolto da Variety Village.

More in Editoriali
Pallonate sul muro
Mar Wed ,2017