CorrCan Media Group

Il legno, scommessa vincente nel settore delle costruzioni

Il legno, scommessa vincente nel settore delle costruzioni

TORONTO – Negli ultimi anni, il Canada ha visto un aumento dell’uso del legname come materiale da costruzione per progetti di edilizia su larga scala. Appena un decennio fa, molti consideravano il legname una pessima alternativa ai materiali più tradizionali come il cemento e l’acciaio. Il legno, sostenevano, non era strutturalmente affidabile o abbastanza resistente al fuoco. C’era anche, comprensibilmente, una riluttanza ad abbandonare lo status quo.
Come presidente del Consiglio Distrettuale dell’Ontario dei Carpentieri, ho osservato con entusiasmo che tali argomenti sono stati smentiti e che gli atteggiamenti hanno iniziato a cambiare. Questo spostamento ha avuto luogo in gran parte grazie a una migliore conoscenza del legname “mass timber” (il legno massiccio) e delle sue nuove applicazioni. Non solo la costruzione in legno può eguagliare i benefici strutturali delle sue controparti più pesanti e spesso più costose, ma ci sono altre considerazioni che la rendono attraente come materiale da costruzione.

Quando ho saputo che i Sidewalk Labs intendevano fare largo uso di legname alto nella loro proposta di sviluppo di Quayside, ero particolarmente entusiasta del fatto che la nostra città, provincia e nazione potessero far parte di questa evoluzione nel settore delle costruzioni.

Il Canada per qualche tempo ha fatto da apripista per i progetti di legno massiccio. Nel 2017, l’Università della British Columbia ha terminato la costruzione di Brock Commons, una residenza studentesca di 18 piani, la prima al mondo ad essere costruita quasi interamente in legno. Più vicino a casa, l’Università di Toronto sta progettando una torre di 14 piani in legno per il suo campus in centro. Questi due progetti, come molti altri in tutto il paese e in tutto il mondo, sono stati guidati da architetti, costruttori e ingegneri che comprendono il potenziale della costruzione in legno.

Ciò che rende così eccitante la proposta Quayside sono le opportunità economiche presentate dal concetto di un intero quartiere costruito in legno massiccio. Costruendo su tale scala e valorizzando il legno massiccio, i Sidewalk Labs possono fornire la prova definitiva che il materiale può sovraperformare su più fronti.

Si stima che utilizzando il materiale, le tempistiche dei progetti di costruzione possano essere ridotte del 35%. Ciò significa meno problemi, meno ritardi e meno costi. Il legno massiccio è anche più facile da fabbricare dell’acciaio, soprattutto a Toronto, dove il prezzo dell’acciaio e delle armature per costruzioni in calcestruzzo è aumentato significativamente negli ultimi anni, in particolare dall’introduzione delle recenti tariffe commerciali punitive.

Dal punto di vista ambientale, il legno massiccio ha un fascino unico: cattura l’anidride carbonica, invece di rilasciarla come fanno il cemento e l’acciaio. Ad esempio, si stima che l’uso di legno massiccio per Brock Commons a Vancouver abbia catturato 1.753 tonnellate di carbonio e prevenuto le emissioni di ulteriori 679 tonnellate. Ciò equivale all’incirca a 500 auto tolte dalla strada per un anno intero. Provate a immaginare l’impatto di un intero quartiere costruito con legname sostenibile.

Toronto ha il potenziale per costruire il primo quartiere del mondo interamente realizzato con questo incredibile materiale. I benefici economici andrebbero ben oltre la Quayside. Il progetto rivitalizzerebbe il settore manifatturiero del legname canadese, che è rimasto indietro rispetto agli altri paesi, nonostante l’abbondanza di foreste certificate.

Sidewalk Labs ha affermato che fornirebbe supporto finanziario a una fabbrica di legno massiccio. Ciò potrebbe far ripartire un’industria del legname sostenibile in Ontario e creare 2.500 posti di lavoro in 20 anni. Queste opportunità potrebbero portare posti di lavoro e tecnologia nell’Ontario settentrionale ed entrambi potrebbero essere cruciali in modo particolare per i giovani e le comunità indigene della regione.

Questo sviluppo può contribuire a un importante collegamento tra le comunità di Toronto / GTA e Ontario settentrionale. Come presidente del Consiglio Distrettuale dell’Ontario dei Carpentieri, sento parlare ogni settimana di chiusura di segherie, della mancanza di posti di lavoro, della necessità di sviluppo economico e di un’economia diversificata.

Un’iniziativa per la produzione di legno massiccio può affrontare alcuni di questi problemi: colmare il divario che emerge fra i prodotti da costruzione richiesti dal GTHA; collegare la nostra catena di fornitura alla corretta gestione delle foreste, per una produzione di fascia alta; e, stabilire legami con i centri di ricerca / progettazione presso le scuole e le università del Nord.

Oppure, possiamo “perdere il treno”. Con il Canadian Wood Council, ho visitato varie città in Austria e in Italia (in Trentino), dove la prosperità era guidata dagli investimenti nel legno massiccio e riforniva il settore edilizio Euro / Globale dei prodotti in legno richiesti.

La produzione, la progettazione, la ricerca e numerose industrie sussidiarie erano tutte legate al settore del legname “mass timber” e tutti contribuivano alla leadership globale del Sud Tirolo in Austria e del Trentino in Italia.
È un esempio per l’Ontario. Dovremmo assumerne la guida e sviluppare un nostro particolare settore del legname “mass timber”.

Sono stato nel settore del legno per decenni. Le opportunità di crescita settoriale con la produzione di legname “mass timber” superano qualsiasi altra. Forse tutto ciò di cui ci sarebbe bisogno è uno stimolo per Toronto e il Canada a cogliere quell’opportunità (“carpe diem”) e mostrare al mondo l’impatto che può avere.

La proposta di Sidewalk Labs per Quayside potrebbe essere il segnale più forte di sempre. È d’obbligo studiarlo e appoggiarlo.

Mike Yorke
presidente del Consiglio Distrettuale dei Carpentieri dell’Ontario e direttore degli affari pubblici e dell’innovazione

More in Economia