Isabella Marincola
nella lezione
di Angelica Pesarini

di corriere canadese del March 15, 2022

TORONTO – In occasione dell’International Women’s Day, l’Istituto Italiano di Cultura di Toronto ha organizzato un intervento della professoressa Angelica Pesarini del dipartimento di Italian Studies della University of Toronto, esperta di studi critici sulla razza, genere, e identità italiana. Il suo intervento, dal titolo “‘You Were the Shame of Race’. Black Italian Women, History and Resistance” ha affrontato la complessità dell’identità delle donne italiane di origini africane nell’Italia fascista, ripercorrendo – senza minimizzare la brutalità delle politiche razziali – le discriminazioni e i pregiudizi affrontati dalle donne di origini africane nate durante l’occupazione italiana dell’Africa orientale.

Angelica Pesarini si è soffermata sulla storia di Isabella Marincola, figura suo malgrado emblematica delle politiche coloniali fasciste in Africa: dalla discriminazione razziale alle difficoltà nel definire e riconoscere una propria identità italiana nera, cui si sommano i pregiudizi legati all’essere donna, Isabella Marincola ha sfidato ogni stereotipo e combattuto la discriminazione rivendicando le sue origini africane e la sua identità di donna nera. Nel suo intervento, Pesarini ha poi ricordato la realtà dei “figli delle colonie”, nati da uomini italiani e donne africane – figli spesso dimenticati, non riconosciuti, o portati in Italia e privati della loro identità africana. Storie che si intrecciano con la Resistenza, come nel caso del fratello di Isabella, Giorgio Marincola, morto nell’ultima strage nazista in Italia nel maggio del 1945.

La ricerca di una propria identità, legata a eventi storici complessi e troppo spesso dimenticati o poco discussi, ha caratterizzato la vita di Isabella Marincola e dei tanti italo-africani la cui identità italiana è stata troppo spesso messa in discussione per una questione di razza. Storie che vengono da lontano ma che, come ha ricordato Angelica Pesarini, si intrecciano con il presente e con le dibattute questioni di cittadinanza italiana, ancora basata sullo ‘ius sanguinis’.

La giornata dell’8 marzo è stata dunque un momento di riflessione importante su questioni di identità e razza, di cittadinanza e appartenenza culturale, di identità femminile in cui la storia individuale e personale si intreccia con gli eventi storici che hanno definito e contribuito a costruire l’identità italiana odierna.

Manuela Di Franco

Nella foto in alto, la professoressa Angelica Pesarini (italianstudies.utoronto.ca)

Potrebbero interessarti...

Il quotidiano italiano in Canada
Corriere Canadese
287 Bridgeland Avenue, Toronto, Ontario, Canada, M6A-1Z6
Tel: 416-782-9222 - Fax: 416-782-9333
Email:info@corriere.com
Advertise: advertise@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 200
Obituary ad notice: lomutot@corriere.com - Tel 416-782-9222 ext. 211
Reset della password
Per favore inserisci la tua email. Riceverai una nuova password via email.