CorrCan Media Group

Elisa Citterio: Un direttore musicale italiano per l’ensemble torontino

Elisa Citterio: Un direttore musicale italiano per l’ensemble torontino

TORONTO – Elisa Citterio, violinista professionista è da sei mesi il nuovo direttore musicale dell'orchestra Tafelmusik, un ensemble canadese di strumenti d'epoca, che vanta successi internazionali.
Nativa di Brescia, possiamo dire che è cresciuta a pane e musica, con la mamma e un fratello compositori e due sorelle musiciste.
L'ha incontrata per noi l'editore del Corriere Canadese, l'On. Joe Volpe, nell'abito di una manifestazione che si è svolta al Columbus Centre nei giorni scorsi, chiedendole alcune impressioni su questa nuova esperienza.
La musicista era già venuta in Canada precedentemente, per un primo approccio con l'orchestra che era alla ricerca di un nuovo direttore musicale. Quando torna nel settembre del 2016 si finalizza anche la richiesta dell'organizzazione di averla con sè ed insieme al marito ed una bimba appena nata, Elisa Citterio prende la decisione di accettare la proposta della Tafelmusik.
La prestigiosa orchestra, alla soglia dei quarant'anni, fondata nel 1979, continua la tradizione di avere una donna alla sua guida. Elisa Citterio è stata infatti preceduta da Jeanne Lamon, direttore musicale dal 1981 al 2014.
La violinista italiana sarà senz'altro un prezioso elemento al cuore del gruppo musicale barocco, composto da diciassette elementi di grande talento, dinamismo ed entusiasmo. Nel gennaio di sei anni fa, la Tafelmusik ha anche lanciato una sua etichetta personale. la Tafelmusik Media, che comprende nuove registrazioni digitali, live performance, registrazioni di CD e DVD in studio e riedizioni di precedenti registrazioni di Tafelmusik da SONY Classical e CBC Records. Il nuovo sito Watch and Listen è stato inoltre lanciato come precursore della futura sala da concerti digitale di Tafelmusik, che prossimamente presenterà trasmissioni di concerti dal vivo e podcast tramite i social media e la televisione su Internet.
Elisa Citterio è molto entusiasta di questa collaborazione che la vede impegnata in un grande ruolo di responsabilità come direttrice e contemporaneamente strumentista. 
Come ha descritto all'editore Volpe, sarà impegnata a trasferire i suoi studi italiani e le sue conoscenze nel settore della musica antica con l'intento di organizzare anche una tournée in Europa e in Italia specialmente, dalla quale la Tafelmusik manca da un po' di tempo. "Stiamo pianificando alcuni progetti italiani – riferisce Elisa Citterio – come una prima registrazione solo di musiche di Vivaldi e poi un progetto ideato da un collega italiano, Marco Cera che sarà la ricreazione di una serata nella casa di un caricaturista romano del ‘700, Pierleone Ghezzi, con l’intervento di ospiti internazionali, il soprano italiano Roberta Invernizzi e un violinista italiano".
Senz'altro la sua attenzione sarà rivolta anche alla comunità italiana a Toronto, con il suo desiderio di vederla partecipare numerosa agli eventi che la Tafelmusik proporrà. Elisa Citterio confessa di sentire la mancanza dell'Italia, per  certi colori, per lo spirito italiano che si porta dentro, ma le piace confrontarsi con la realtà professionale e appassionata che ha trovato qui a Toronto. Non sottovaluta infatti l'aspetto di cordialità, di apertura allo scambio che in un paese multiculturale è inevitabile e dal quale si sente molto accolta.
La violinista Elisa Citterio, che ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali e si è diplomata con il massimo dei voti, è stata anche selezionata come concertmaster e solista con l'Orchestra dell'Accademia del Teatro alla Scala di Milano. La Tafelmusik di Toronto si arricchirà sicuramente della sua professionalità.
More in Corrispondenti Estero