CorrCan Media Group

Concerto di San Valentino a Villa Colombo

Concerto di San Valentino a Villa Colombo

Foto: Il maestro Livio Leonardelli, Annamaria Mazzaferro e Anthony Fusco
 
TORONTO – “L’Amor che move il sole e l’altre stelle”.  Sono le ultime parole che il Sommo Poeta proclama, costatando che ciò che fa andare avanti ogni cosa nell’universo è l’amore.
Dalla magnificenza del firmamento al più minuscolo atomo nel creato tutto esiste, prende forma e ha momento per via di quell’impeto, di quella forza penetrante, di quell’energia onnipresente che è generata dall’Amore.
Quando si ama davvero, nulla è impossibile; nessun ostacolo è insormontabile.
Che cosa spinge dunque un gruppo di musicisti a dedicare ore ed ore del loro tempo libero a far le prove e poi metter su un concerto di beneficenza per rallegrare il cuore di chi ha bisogno di un po’ di letizia? Che cosa spinge decine di volontari a lasciare i confort delle proprie case, in una giornata di ghiaccio, di neve e di freddo, come quella di domenica scorsa, per andare ad assistere gli anziani di Villa Colombo e dar loro un po’ di sollievo e distrazione dai dolori dell’esistenza quotidiana? Che cosa spinse due o tre impresari della nostra comunità, oltre cinquant’anni fa, ad avere la visione e la forza di creare un centro per l’assistenza degli anziani come quello di Villa Colombo?
E’ stato commovente ed esaltante allo stesso tempo vedere la Sala Caboto di Villa Colombo gremita da tantissime persone; anziani, residenti, amici e parenti, volontari, e altri che come noi hanno sfidato le intemperie per assistere al concerto di beneficienza che la Columbus Concert Band ha allestito in occasione di San Valentino;  la festa dell’amore! 
I prolungati applausi sono stati testimoni di quanto il pubblico ha apprezzato questo gesto d’affettuosità.    Il maestro Livio Leonardelli, conduttore e direttore della CCB, ha dedicato una brillantissima carriera alla passione per la musica, all’insegnamento dei giovani, e al servizio della nostra comunità e assieme alla bravissima maestra Annamaria Mazzaferro e tutto il loro ensemble musicale, dimostrano sempre tanta generosità nel creare degli ottimi concerti.   
Anthony Fusco, uno degli ideatori originali di Villa Colombo e patrocinatore del concerto, era presente in sala.  
Durante l’intermezzo ha voluto ringraziare Livio Leornardelli, Annamaria Mazzaferro e tutti i volontari per la bella prestazione.
«Circa cinquant’anni fa», ha aperto il signor Fusco, «mi trovavo proprio in questo luogo che allora non era altro che un orto di mele.  […] Assieme ai miei colleghi abbiamo deciso di fare una cosa per la comunità.  E questa era la costruzione di Villa Colombo.  Oggi, quarantasette anni dopo, (Villa Colombo) ospita oltre 350 residenti ogni giorno, ventiquattro ore al giorno. É una cosa misteriosa e miracolosa per la comunità italiana e dobbiamo essere molto più orgogliosi.  Abbiamo cercato di creare un punto (d’incontro) in questa città, in questa comunità, in questa Nazione con i contributi vostri e (oggi) abbiamo forse la casa di riposo più bella in tutto il Canada.   Vorrei ringraziare tutti i volontari, il signor Livio e il suo gruppo che sono giunti oggi qui per dare a noi un’oretta di passatempo.  Sarei molto dispiaciuto se non riconoscessi il lavoro che fanno tutti i volontari, i quali potrebbero starsene a casa belli caldi caldi.  […] Se esiste un Paradiso, loro, i volontari devono avere i primi posti.»
Anthony Fusco , prima di cedere il podio al maestro Leonardelli  ha aggiunto: «Un grazie a voi che siete venuti in questa giornata così difficile […] perché la comunità va avanti solamente quando siamo tutti uniti.»
Poche parole, ma che racchiudono un messaggio veramente importante. Un messaggio che oggi più che mai riverbera, si amplifica e va oltre le pareti della Sala Caboto.
“Amor ch’a nullo amato amar perdona” – Buona festa di San Valentino a tutti.  
 

 

 

More in Corrispondenti Estero