CorrCan Media Group

“Acqua e zucchero”, omaggio di Kamkari a Di Palma

“Acqua e zucchero”, omaggio di Kamkari a Di Palma

“Acqua e zucchero”, omaggio di Kamkari a Di Palma

di Mariangiola Castrovilli

TORONTO – Acqua e zucchero: Carlo Di Palma, i colori della vita, un titolo dolcissimo per un film girato in maniera straordinaria dal regista Fariborz Kamkari e prodotto dalla moglie di Carlo, Adriana Chiesa Di Palma. Sullo schermo vediamo scorrere per novanta minuti la vita ed i film di uno dei più grandi direttori della fotografia degli ultimi tempi, a cavallo tra la seconda metà del secolo scorso e l’inizio del 2000.

Il titolo viene dalle sue origini di cui è sempre stato orgoglioso. Suo papà era un cineoperatore e la sua mamma faceva la fioraia e, tutte le mattine quando andava a vendere i fiori, affidava, in una cesta di fiori, il suo piccolino ai tranvieri che facevano avanti e indietro per Roma. Quando il bimbo piangeva si fermavano a preparargli acqua e zucchero e lui si calmava immediatamente.

Il ricordo dei fiori, del loro profumo e soprattutto dei loro colori, come lui stesso confessa, in una delle tante interviste del film, avrà una grande importanza nell’amore per le colorazione che ha sempre deciso, d’accordo con i registi, di usare. Inutile dire che a Toronto nelle prime presentazioni il film diretto con mano sicura da Fariborz Kamkari, giovane regista e sceneggiatore iraniano di origine curda e prodotto da Adriana Chiesa Enterprises, è stato accolto con molto calore e commozione, e non potrebbe essere altrimenti per questi splendidi, indimenticabili novanta minuti che vi trasporteranno non solo nel racconto della vita artistica di Carlo Di Palma, ma riusciranno a farvi seguire un vero ed affascinante percorso nel cuore del cinema italiano.

Cinema che si snoda nei più di cento film ai quali Di Palma ha collaborato, dal neorealismo di Visconti a De Sica passando per Rossellini. Per fare poi un tuffo nella commedia all’italiana di Monicelli, Scola, Germi, e un po’ in tutti i capolavori che hanno segnato la storia della cinematografia mondiale come Deserto Rosso e Blow Up, fino ai dodici anni di intensa e proficua collaborazione con Woody Allen. Inutile dire che questo lavoro ci ha commosso profondamente, intanto rivedere Di Palma che avevamo conosciuto e intervistato è stata una grande emozione, e tutte le testimonianze che sua moglie Adriana Chiesa ha raccolto ai quattro angoli della terra, sono qualcosa di indimenticabile.

Dai registi più famosi, agli attori del Gotha mondiale – tutti in debito di riconoscenza con Carlo, che amava la musica, la pittura, la letteratura e che, in una vecchia intervista, ricordava «la cultura mi ha insegnato l’amore per i colori» – hanno inanellato i loro ricordi in un commosso saluto all’amico che tanto ha fatto per loro. Ricordi che ci hanno regalato ognuno un pezzo del mosaico della vita di Carlo, da Bertolucci a Wim Wenders, Wolker Schlondorf, Ken Loach, Carlo Lizzani, Citto Maselli, Nikita Miklalkovic, che per fare questa particolare intervista con Adriana Chiesa, ha addirittura fatto liberare a Mosca la Piazza Rossa, per il tempo della ripresa.

Ecco poi Montaldo, Vanzina, Paolo Taviani, Wertmuller, Mira Nair, il direttore del festival di Berlino Dieter Kosslick, quello di Roma Antonio Monda e di Toronto Piers Handling, in un magico scintillante caleidoscopio di ricordi e di affetto veramente sentiti.

Ma, in tanta bellezza, è stato Woody Allen ad incantarci, raccontando le affinità elettive, che quasi mai prova con un direttore della fotografia, ma solo con Carlo, oltre ad un affetto sincero, ha condiviso ogni giorno pranzi sul luogo delle riprese e cene dove capitava o a casa sua.

Acqua e zucchero: Carlo Di Palma, i colori della vita  è un  film da vedere e rivedere, per non dimenticare l’entusiasmo verso tutto il bello che ogni giorno si può conquistare,  se si hanno occhi attenti, l’abitudine alla bellezza, ed un profondo amore per il proprio lavoro.

(Mercoledì 14 settembre 2016)

Scarica ““Acqua e zucchero”, omaggio di Kamkari a Di Palma”

More in Corrispondenti Estero