CorrCan Media Group

Svolta a Ottawa, immigrati di nuovo in aumento

Svolta a Ottawa, immigrati di nuovo in aumento

TORONTO – Il governo cambia marcia sul fronte immigrazione. Lo ha confermato ieri il ministro della Cittadinanza, dei Rifugiati e dell’Immigrazione Ahmed Hussen presentando il Rapporto Annuale 2017 al Parlamento canadese nel quale è contenuta, per la prima volta, una sorta di road map triennale sul numero di pr card che saranno concesse dal governo. Da qui al 2020, in particolare, ci sarà un incremento degli arrivi pari al 13 per cento rispetto ai livelli attuali. Nel 2018 – ha sottolineato il ministro – il Canada ha in programma di accogliere 310mila nuovi immigrati, che diventeranno 330mila nel 2019 e 340mila l’anno successivo. “Si tratta – ha dichiarato Hussen durante una conferenza stampa organizzata a Toronto – del piano sull’immigrazione più ambizioso della storia recente del Canada”.
Il ministro ha sottolineato come nei mesi scorsi il Conference Board of Canada avesse suggerito di aumentare il numero di immigrati fino ad arrivare all’1 per cento della popolazione canadese entro un decennio. 
Se i livelli contenuti nel piano triennale del governo saranno rispettati da qui al 2020, tra tre anni si passerà dall’attuale 0,8 per cento allo 0,9 per cento. 
“La vita media sta aumentando – ha ribadito il ministro – e il Canada ha bisogno di nuovi lavoratori che supportino il nostro sistema economico e che, allo stesso tempo, vengano incontro alle esigenze attuali del mercato del lavoro canadese”.
Per quanto riguarda i dati definitivi del 2016, resi disponibili per la prima volta, il Canada ha emesso in tutto 296mila permanent resident card, mentre sono stati concessi 286mila permessi di lavoro temporanei.
Il governo, infine, è intenzionato a rafforzare i programmi di nomina provinciale per venire incontro alle esigenze delle singole province.
 
More in Controsport