CorrCan Media Group

Royal brand, la fuga dalla nonna li arricchirà

Royal brand, la fuga dalla nonna li arricchirà

Royal brand, la fuga dalla nonna li arricchirà

Per Brexit ci sono voluti due anni. Per Megxit si sono sbrigati in quattro e quattr’otto.

La separazione reale è stata messa sulla cosiddetta fast track, corsia preferenziale, per spegnere sul nascere le voci secondo le quali Madama Elisabetta avesse qualche problema con il colore della pelle della “nipotina”amerikana.

In ogni caso, Meghan e Harold si sono dimessi oppure hanno divorziato dalla famiglia reale? L’interrogativo è pesante, importante al punto che tiene mezzo mondo in fibrillazione.

Fibrillazione significa “stato anormale di eccitazione”. L’eccitazione non è quella che pensate voi, non riguarda la parte sud del corpo ma quella centro-settentrionale laddove martella il corazon.

La telenovela della seconda guerra (si fa per dire) di indipendenza tra l’Amerika (Meghan) e l’England (Elisabetta II) affascina soprattutto alle cristiane del cosiddetto sesso debole.

Ai cristiani vecchio stile, invece, sospetto che non potrebbe fregare di meno. Io personalmente di persona in tempi normali non ci avrei “inzuppato”il pane. Ma la “gonfiezza”(arroganza) dei Tre Leonimi è sempre stata sui cosiddetti e questa è l’occasione buona per calcare la mano.

Io ho sempre fatto tifo anti England e con Brexit l’antipatia è cresciuta. Abituato comunque alle situazioni anomale in cui la casa reale si trova abitualmente infognata (la morte di Diana nel passato remoto, recentemente le allusioni sulle abitudini sessuali poco chiare del secondogenito della Regina), non mi sarei interessato del caso dalla doppia D (divorzio e dimissioni) se non fosse per il ruolo della ex attrice il cui nome proprio è, a mio modesto parere, una specie di segno del destino.

Meghan assomiglia molto a Mega. Mega significa: enorme, grandissimo, stupendo, eccellente, eccezionale. A tutti questi aggettivi aggiungerei:in casa è lei che porta i pantaloni.

Alzi la mano chi crede che ad iniziare il discorso D/D sia stato Harry?

Nella gabbia dorata della famiglia reale la fresca duchessa ci stava malvolentieri per essere costretta a vivere gomito a gomito con la regina, la futura regina, pricipesse e nobildonne varie.

Insomma Meghan a Londra si sentiva un pesce piccolo – diciamo una sardina -in un mare grande.

Con la fuga Brexit, l’ex diva della scatola piccola (tv) diventava una specie di Megattera (balena dalla pinne gigantesche) nell’oceano amerikano dove nessuno ha il sangue veramente blu.

Ho detto oceano amerikano e non canadese perchè è chiaro che le Altezze Reali in Canada ci staranno per modo di dire. La loro ricerca dell’indipendenza economica parte magari da Vancouver, ma è diretta a New York, Los Angeles, Las Vegas, Parigi, Milano e Dubai. Lì ci sono i mercati per trasformare i prodotti del cosidetto Royal Brand in un Mississippi di dollari.

Ah, i due piccioncelli hanno chiesto ed ottenuto di restare nella famiglia reale solo pro forma e per mettere quella parolina vietata alla plebe: Royal.

Royal profumo, Royal borse, Royal scarpe, Royal linea di abbigliamento. Gucci, Bmw, Dior, Chanel col marchio Royal, tutto farà brodo per trattenere le Altezze Reali da questa parte dell’Atlantico, lontano da nonna Elisabetta.