CorrCan Media Group

Quando esce il 13 baciamoci le mani

Quando esce il 13 baciamoci le mani

Se il buon giorno si vede dal mattino, il mio venerdì 13 è cominciato storto, poi si è raddrizzato per un beato intervento. Ma, andiamo per ordine.

Nello scendere dal lettone, piazzo la zampa mancina nella pantofola destra. Perdita di equilibrio immediato. Bummete, mannaggialamorte, l’ incontro ravvicinato tra fronte e comò fa nascere un bitorzolo come un uovo di piccione.

Nel bagno apro il rubinetto sbagliato e, manannagialamiseriacciaporca, mi lavo mezza faccia con l’acqua quasi bollente.

In cucina le due fettine di tost escono nere, immasticabili. Quando cerco di rifarmi con caffè, la Moka non lo espelle da sopra, ma di fianco, essendo stata avvitata male dal soprascritto.

Va notato che, in questa mattinata perversa, la signora moglie non c’è essendo andata a fare la nonna portandosi appresso la madre che sarebbe la bisnonna dei fetentielli.

Rifatto il caffè, mi rendo conto che ha un sapore strano, non identificabile, chissà cosa avevo combinato nel ricaricarlo. Con la tazza in mano, vado a prendere le “pallette” che mi aiutano a campare perchè marcano stretto due o tre attaccanti avversari: pressione, colesterolo, diabete…

La manager della mia salute, la signora moglie, per farmi ricordare di prendere le medicine, le accatasta sulla data di un calendario che abbiamo faccia in su. E qui casca l’asino e mi si accende una lampadina nella coccia. Le pallette sono sul numero 13 e sul giorno venerdì.

Io al 13 che porta male con tendenza al peggio non ci credo. Ma, visto l’andazzo della mattinata, tocco ferro. E con veloce grattatina ai cosiddetti arrivo nella camera delle suocera. La quale, da buona cristiana di vecchio stampo, ha tappezzato le pareti con le foto dei santi cui manda da una vita qualche dollaro e molte preghiere.

Il primo della lista è Ciccio di Paola, seguono l’Immacolata, santa Rita, il santo monaco Padre Pio, un paio di pontefici: quello dal faccione buono come il pane, Giovanni 23mo, e Giovanni Paolo secondo che sarebbe il papa polacco.

Tra due altri beatificati che non conosco, finalmente identifico quello che andavo cercando: Sant’Antonio di Padova, detto il Guerriero di Dio.

Nella foto, il santo-soldato, ha un’espressione serva, un dito alzato al cielo; con gli occhi sembra chiedermi: “Che posso fare per te?”

– Donnantò, mi scusasse per la confidenza, ma dovrebbe cortesemente farmi il contromalocchio, gli arrispondo la con la lingua della testa, cioè col pensiero.

“I buoni cristiani non credono nel malocchio ed io che sono santo ’sta parola manco so che significa o come si scrive”.

“Illustre e venerato beato di Padova, ve lo dico io come si scrive: 13 black friday”.

“Il numero lo capisco, ma l’inglese no, io no speak english: black friday che significa?”

– Significa che portate male. Mi scusasse, volevo dire che il 13 porta sfortuna. E quando il 13 cade di venerdì peggio che peggio.

“Il 13 porta sfortuna. Ma dove, ma quando? In Italia, tra i cristiani veri, il 13 porta bene, fortuna non sfortuna, perchè è il giorno del mio onomastico”.

– È vero, verissimo.

Quando eravamo ragazzi e buttavamo il tocco per sapere chi doveva essere il primo, se usciva il 13 ci baciavamo le dita e riprovavamo daccapo, per rispetto a vostra santità.

“Uagliò, non esagerare. Io papa non lo sono mai stato, se questa è la santità cui ti riferisci. Ma torniamo al 13. Chi lo ha identifica come portatore di scalogna, sfortuna e disgrazie assortite?”.

– Gli anglè e i canadiensi. Secondo la loro cultura il 13 è da evitare come la peste, peggio che peggio quando cade di venerdì.

“E tu ci credi? – Ad occhio e croce no, non ci credo. Però … “Però, che?”

– Il fatto è, illustre e rispettato Guerrieo di Dio, che campo accà, a proposito del 13 e del 17 comincio a credere che tutti e due portato sfiga, fermo restando che il numero del Vostro anomastico porta anche bene.

“Insomma, in un certo senso stai perdendo la fede ed il rispetto vero il 13. In verità ti suggerirei di continuare a baciarti le dita, come facevi da ragazzo, quando usciva il mio numero. Se lo farai durante il prossimo venerdi 13 potrai dormire sonno tranquilli e…fortunati”.

More in Controsport