CorrCan Media Group

Meghan ai vicini: “Non accarezzate il labrador”

Meghan ai vicini: “Non accarezzate il labrador”

TORONTO – Metti il caso che incontri i tuoi nuovi vicini di casa, che fai?, li saluti?, attacchi bottone?, accarezzi il loro labrador?, chiedi il nome del cane?

Nossignore, chi abita a Windsor, si sta abituando a camminare con due piedi in una scarpa.

Nel senso, che le regola di buon vicinato sono andate a farsi benedire da quando “Sua Altezza Reale Meghan, duchessa di Sussex, contessa di Dumbarton, baronessa Kilkeel” si è trasferita in campagna con marito, figlioletto e un cane labrador del quale tengono segreto, chissà perchè, il nome.

È noto che l’ex diva del piccolo schermo, diventata famosa per aver interpretato la serie Suits, girata a Toronto, abbia un caratterino che non vi dico, da prendere con le classiche molle.

Nel suo curriculum vitae sono presenti anche le notevoli stravaganze nate dal fatto di aver compiuto un salto triplo in alto: da americana di colore ad attrice dello schermo a duchessa della casa reale più celebre e chiacchierata della terra.

Da quando è diventata mamma di Archie, il Duca e la Duchessa del Sussez, sono andati ad abitare in un “cottage” che lo è solo nel nome.

Frogmore Cottage è infatti una specie di Reggia di Caserta, immensa, appena ristrutturata per la famiglia reale, con sala di proiezione e palestra.

Inoltre il “cottage” ha un parco di 33 acri dove mammà Meghan e papà Herry portano a spasso Archie e il labrador scognomato (nel senso che nessuno ne conosce il nome). A passeggio per il parco a volte ci vanno anche i plebei che abitano nel vicinato, gente ricca ma dal sangue rosso normale invece di blu reale.

Ed è qui che casca l’asino, per modo di dire.

Onde evitare incontri troppo ravvicinati con la plebe, la Duchessa ha imitato Mosè scendendo dalla montagna con i Dieci Comandamenti.

Ad essere precisi i comandamenti della Duchessa non sono proprio dieci, ma ci vanno vicini. Li conoscono a memoria gli agenti che proteggono i reali quando scendono in strada, si fa per dire.

1) Non avvicinatevi o provate a intavolare una conversazione se vedete la coppia reale
2) Se sono loro a rivolgerti un saluto, di’ “Buongiorno”
3) Non accarezzare i loro cani, anche se ti si avvicinano
4) Non offrirti di portare a spasso i loro cani
5) Non chiedere di vedere il piccolo Archie, non orirti di fargli da baby sitter
6) Non mettere nulla nella cassetta della posta. Proibito dunque chiedere notizie del piccolo Archie o offrirsi come suo babysitter.

Proibito avvicinarsi alla coppia royal o iniziare una conversazione (si può rispondere buongiorno solo se i duchi salutano per primi).

Proibito spedire lettere tramite la casella postale di Frogmore Cottage e guai ad accarezzare i due cani di Harry e Meghan.

Le regole hanno mandato la piccola comunità di Windsor su tutte le furie: “Meghan si comporta come una star. Neanche la regina ha pretese tanto ambiziose», hanno tuonato, come raccontano i tabloid britannici, alcuni abitanti della zona.

“Elisabetta II è stata sempre felice di salutarci. Si intrattiene volentieri con i suoi vicini e spesso prende il tè con i residenti della sua proprietà, è molto amichevole”. La norma che più stupisce gli abitanti di Windsor è quella che impedisce di toccare il labrador nero di cui i Harry e Meghan non hanno mai voluto rivelare il nome: “È normale per un inglese dare una pacca affettuosa a un cane”.

I “Comandamenti” di Meghan hanno fatto perdere il famoso aplomb (contegno, compostezza) a molti dei “brexittiani”, ma c’è anche chi ironizza: “È andata bene, non ci ha chiesto di metterci in ginocchio come si faceva un tempo al passaggio del Re o della Regina”.

More in Controsport