CorrCan Media Group

La figlia si dà al porno, per papà è ok

La figlia si dà al porno, per papà è ok

La figlia si dà al porno, per papà è ok

Una volta chi aveva una “zoccola” in famiglia perdeva la faccia, l’onore e, a volte, la libertà, se ci scappava il delitto riparatore.

Zoccola in inglese sarebbe, per chi non lo sapesse, sex worker.

Una volta la prostituta esercitava il suo mestiere faccia a faccia. Oggi lo può fare indirettamente sui canali dei social media specializzati nel commercio del sesso a distanza, ricevendo, anche, udite udite, la benedizione di padre e madre.

È chiaro che il mondo è cambiato e che i valori morali della vita si sono capovolti, ma ora si raschia il fondo del barile della depravazione.

Per credere, continuate a leggere questa storia moderna, assurda e sconvolgente per coloro che la pensano all’antica.

Michaela è una giovane donna di 23 anni che si è tuffata nel mondo del porno. Di per sé la notizia sarebbe passata inosservata non fosse stato per il fatto che suo padre è il famoso regista Steven Spielberg.

A rendere la notizia più incredibile è la reazione del cineasta e di sua moglie. I due, invece di scatenare l’inferno, ha accettato il mestiere della figlia adottiva per nulla turbati, anzi si sono detti… incuriositi.

Ad occhio e croce, questi due strani esemplari di mamma e papà andrebbero, come minimo, presi a bastonate, quelle vere e quale metaforiche. Anche perché dovrebbero spiegare cosa significa essere “incuriositi”dal mestiere della figlia. Magari, sotto sotto, sono anche dei guardoni, voyerse preferite, oppure peeping Tom.

Di questi tempi, purtroppo, tutto è possibile viste le cronache che parlano di madri snaturate che vendono i figli ai pedofili. Riflettete, comunque, sul come ha giustificato la Michelina la decisione di diventare pornostar e vi renderete conto che questo è diventato un mondo dove i giovani sono spesso fuori di testa.

I “vecchi”, da parte loro, sono allibiti di fronte al modo di concepire e sfruttare la vita da parte delle nuove generazioni.

Michelina, nuda e senza peli sulla lingua, ha detto, papale papale: 1) Sono stufa di non riuscire a sfruttare il mio corpo. 2) Sono in grado di soddisfare altre persone. 3) Non posso rimanere dipendente dai miei genitori o dallo stato.

Michelina, insomma, ha messo a nudo la sua filosofia di vita, spiegando perché fa la zoccola. Papà e mammà hanno detto che va bene. Invece no, non va bene proprio per niente.

Nella foto, Michaela Spielberg e suo padre Steven

PER LEGGERE I PRECEDENTI “CONTROSPORT”, CLICCATE QUI: https://www.corriere.ca/controsport/