CorrCan Media Group

Sogni e ambizioni di una comunità

Sogni e ambizioni di una comunità

TORONTO – È stata una celebrazione dello spirito comunitario e della perseveranza. Il taglio del nastro, l’inaugurazione ufficiale e la dedica del nuovo Meta Centre, il James De Zen Centre of Abilities, presso il Veneto Centre di Vaughan, hanno attirato una grande e rispettosa folla di politici, sostenitori e famiglie dei clienti.

Ed è giusto che sia cosi. Il Meta Centre ha avuto umili natali come gruppo di famiglie di volontari che hanno istituito un gruppo di sostegno per genitori, fornendo assistenza e condividendo risorse per costruire un futuro migliore per i loro, all’epoca bambini, figli e figlie, che affrontano le sfide nel ritardo dello sviluppo.

Le terminologie sono cambiate molte volte da quei primi giorni in cui, con l’approvazione del Consiglio e dei Francescani, ho avuto il privilegio di fornire loro servizi temporanei al James Cardinal Mc Guigan, nel 1983.

Ho notato che delle famiglie originali, Giuliana Marrone, la signora Provenzano e il Perricone sono ancora attive.

I loro figli, ormai adulti, in qualche modo sono venuti a salutare. Sono esempi di ciò che si può ottenere grazie alla visione di persone come i loro genitori, Aldo Colangelo, Grazia Molisse e Mimma Regina – il primo dipendente a tempo pieno del Centro e amministratore capo.

Quando il Centro si trasferì nella sua propria struttura, nel 1986, grazie all’MPP di allora Joe Cordiano, Mimma divenne implacabile nella ricercare i finanziamenti di base Annuale dal Ministero della comunità e dei servizi sociali. Assunse personale come l’attuale direttrice Antonet Orlando, mise su un “consiglio direttivo professionale” e creo’ strette alleanze con funzionari governativi e la comunità imprenditoriale.

Il gruppo di Vic De Zen è stato il primo e il più costante, dal 1987 in poi. De Zen scelse il Meta Centre come la preferita fra le organizzazioni non a scopo di lucro/caritatevoli per la sua azienda. Divenne un progetto che coinvolse tutta la sua famiglia, incluso suo figlio Jamese compresi i suoi collaboratori-dipendenti come Lou Galasso.

Ha sempre mantenuto i suoi impegni al Meta Centre con contributi in natura e in risorse finanziarie. Soprattutto, ha coinvolto nel network altre persone come Tony Guglietti.

Agli inizi degli anni ’90, il Meta Centre è diventato il più grande e influente centro comunitario per programmi dedicati a cittadini e famiglie con necessita di sostegno e dal potenziale umano non realizzato.

Dotato di un budget basato inizialmente esclusivamente sulla voglia e la necessità delle famiglie di superare gli ostacoli sociali per i propri figli, oggi il Meta Centre gode dei vantaggi di un bilancio annuale di 20 milioni di dollari, di una amministrazione professionale e dedicata, così come della generosità e del sostegno della comunità imprenditoriale.

Il Meta Centre poteva avere un solo nome sul suo muro in riconoscimento di questi 35 anni di storia. Grazia Molisse e Mimma Regina, ora entrambe defunte, avrebbero voluto che fosse De Zen. Vic e sua moglie Angelina accettarono umilmente che il nome completo sarebbe stato quello di James De Zen Center of Abilities, in onore del loro figlio.

More in Comunita`