CorrCan Media Group

Referendum, oggi l’annuncio della data

Referendum, oggi l’annuncio della data

«Sono assolutamente certo che un passo alla volta, giorno do- po giorno, l’Italia possa tornare ad essere la prima economia del Continente», ha dichiarato. il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. «Questa storia dell’im- broglio sulla domanda del referendum sulle riforme non sta né in cielo né in terra, è la legge che prevede di mettere così il quesito, la Corte di Cassazione», riba- disce il presidente del Consiglio italiano. «La vera fregatura per alcuni nostri amici – aggiunge il premier – è che finalmente è chiaro il messaggio, tocca ai cittadini decidere: sì o no, non forse, non riprova, non domani».

Renzi parla anche del prossimo vertice tra Angela Merkel, Francois Hollande e Jean Claude Juncker. «Se vogliono cambiare» l’Unione europea «l’Italia c’è, se vogliono vivacchiare ad andare avanti come adesso la foto possono farla da soli – dice Renzi – Le foto servono a poco se le cose non cambiano, non è che andiamo lì per fare l’album di famiglia».

In giornata, intervenendo a Firenze alle celebrazioni per i 300 anni della denominazione del vi- no Chianti classico, Renzi ha esor- tato a smetterla «di guardare con preoccupazione al futuro. Il futuro dell’Italia è un grande futuro».

«L’Italia – ha aggiunto Renzi- deve tornare a essere leader in tutti i settori, senza dare niente per scontato». «Se ci riusciamo il futuro sarà più forte. L’Italia deve smetterla di avere paura della globalizzazione».

«Questo – ha detto ancora il presidente del Consiglio – è un Paese dove bisogna buttare via un po’ di cose, nella burocrazia, nel- la politica, ecc. Bisogna usare l’accetta, fare piano piano, per eliminare cose che non servono. Bisogna semplificare il sistema».

Nel frattempo i comitati per il sì hanno confermato che il senatore del Partito Democratico Ro- berto Cociancich sarà presente a un incontro con la comunità organizzato al Columbus Centre di To- ronto, alle 19.30 del 3 ottobre, nel quale saranno presentate le ragioni a favore del sostegno al referen- dum costituzionale.

More in Comunita`