CorrCan Media Group

Comunità italiana in fermento: tutt’altro che inesistente

Comunità italiana in fermento: tutt’altro che inesistente

Toronto – Come lancio di una campagna elettorale c’è tanto da elogiare.
Molto partecipata la serata inaugurale di mercoledì scorso, per la candidatura dei compagni di lista per Fratelli d’Italia, Vincenzo Arcobelli e Mario Cortellucci; c’erano circa 1500 persone secondo il calcolo del sindaco Maurizio Bevilacqua.
L’evento si è svolto presso il centro convegni del signor Cortellucci. L’invito era aperto al pubblico, che doveva segnalare la partecipazione, e senza dubbio,  amici di vecchia data, contatti politici e di affari del Gruppo Cortel avranno riconosciuto l’obbligo di partecipare alla serata.
Anche questo fa parte del sistema politico, almeno qui in Canada. 
Una campagna elettorale è una dimostrazione di potenza, a prescindere dagli standard politici del paese che si usano come misuratori.
A questo proposito, Fratelli d’Italia, parte della “coalizione di destra” in corsa per accaparrarsi il controllo del parlamento italiano, dovrebbe sentirsi abbastanza sicuro, a giudicare dall’esposizione esibita nella presentazione di Arcobelli-Cortellucci.
La serata ha anche raggiunto lo scopo prefisso, quello di svelare la “piattaforma” e le personalità dei potenziali rappresentanti, alla guida del programma: Cortellucci, l’imprenditore, un nuovo uomo in pista, non contaminato dal “vecchio stile qui pro quo” della politica, e Arcobelli, un’oratore navigato, ben imbevuto della filosofia e dell’ideologia dei partiti italiani di destra.
Il redattore capo del Corriere, esperto del panorama politico italiano, ne parlerà ampiamente nei prossimi articoli. 
L’incontro ha anche raccolto “la crème” del movimento conservatore della GTA. 
Sam Ciccolini, noto sostenitore del clan Elliot-Flaherty, ha presentato i candidati alleati, dettagliatamente, specificando i loro traguardi raggiunti.
Ironicamente, un altro “politico”, Doug Ford, anch’egli amico di famiglia dello stesso clan, ma ora “anti-elite” candidato alla guida del PC in Ontario, è stato invitato, “furtivamente” da un candidato PC locale, non menzionato, imboscato nel fondo della sala.
La stampa e i media hanno deviato quasi immediatamente su Ford, quando hanno scoperto la sua presenza. 
Un “singulto” per gli organizzatori dell’evento per il quale l’impatto negativo è stato sminuito con il fatto che “lo scopo principale” – la presentazione Arcobelli-Cortellucci – era quasi al termine.
Diversi assessori comunali, Mario Ferri, Marylin Iafrate(dei Liberali) hanno colto l’opportunità “di farsi notare” in un evento del genere – com’è d’uopo. 
Allo stesso modo infatti, ha agito Tony Porretta, coordinatore di un gruppo concorrente ma alleato, Forza Italia, della trilogia sotto lo stesso ombrello politico. Presenterà la sua squadra la settimana prossima, nel giorno di San Valentino.
A tastare il terreno era presente anche la candidata per il gruppo della Lorenzin, Rosanna Di Pierdomenico. 
Oggi 15 candidati saranno presenti ad un incontro presso il Columbus Centre a partire dalle 6:30 pm.
 
More in Comunita`