CorrCan Media Group

College, cerimonia sobria per i caduti in guerra

College, cerimonia sobria per i caduti in guerra

College, cerimonia sobria per i caduti in guerra

TORONTO – Questo Remembrance Day sarà molto diverso da quelli degli anni scorsi: a causa della pandemia di Covid-19 non ci saranno incontri pubblici per ricordare i sacrifici fatti dai canadesi nella prima guerra mondiale, nella seconda guerra mondiale, nella guerra di Corea, nelle missioni di mantenimento della pace e in Afghanistan.

La pandemia di Covid ha completamente stravolto la vita delle persone in tutto il mondo e per poter debellare questo virus, o almeno contenere la sua diffusione, è importante evitare tra le altre cose, gli assembramenti di persone. Anche a College non è possibile commemorare i caduti in Guerra come negli anni passati. Oggi però, anche se in misura più contenuta, verranno comunque ricordati.

«Non si può non ricordare coloro che hanno donato la vita per la Patria – ha fatto notare il presidente della Federazione Italiana dei Combattenti Alleati (FIDCA) Cav. Giuseppe Simonetta – non sarà una commemorazione come quella dello scorso anno con la partecipazione di vari rappresentanti di polizia, ma anche se in forma ridotta, i soldati che hanno perso la vita sui campi di battaglia verranno ricordati».

«Anche quest’anno il fioraio che ogni anno ci offre la corona di alloro per onorare i caduti in Guerra, ci donerà la corona – aggiunge il Cav. Simonetta – alle 4 del pomeriggio di oggi, alla presenza di pochi militari in rappresentanza della forza di polizia italiana e canadese, la deporremo ai piedi della statua della Madonna della Pace, proprio a lato della Chiesa di San Francesco d’Assisi, nel cuore di College. Verrà recitata la Preghiera al Milite ignoto mentre il parroco padre Francis Walter impartirà la benedizione».

Ricordare i caduti, nonostante il momento difficile che stiamo attraversando, è importante. «È doveroso – conclude il Cav. Simonetta – questi soldati hanno perso la vita per la loro patria e per la nostra libertà». Non saranno presenti cittadini né politici ma solo un piccolo numero di membri della Legione al Remembrance Day Service, organizzato come ogni anno, al Prospect Cemetery.

“Nell’intento di combattere la potenziale diffusione del Covid-19 e di garantire la sicurezza di tutti, la Royal Canadian Legion Maple Leaf/ Swansea Branch 266/46 e la direzione del Prospect Cemetery hanno deciso di ridimensionare il Remembrance Day Service di quest’anno”, si legge nel comunicato postato sul sito di Mount Pleasant Group. In questo cimitero nel West End di Toronto, oltre cento anni fa sono stati sepolti i soldati caduti sul campo di battaglia.

Le commemorazioni della città di Toronto saranno invece virtuali e potranno essere seguite attraverso il sito web e i social media della città.

Anche la National Remembrance Day Ceremony al National War Memorial in Ottawa non sarà uguale a quella degli anni scorsi. La Royal Canadian Legion ha pianificato una cerimonia molto più piccola, che includerà un massimo di 100 partecipanti. Per la prima volta, la Legione sta scoraggiando gli spettatori dal partecipare di persona, a causa dello spazio limitato e della necessità di distanziarsi fisicamente: l’invito è quello di seguire l’evento in diretta su Facebook. Il ristretto numero di persone partecipanti dovrà rimanere a 2 metri di distanza e dovrà indossare mascherine.

Cerimonie ridotte saranno organizzate quest’anno in tutto il paese nella speranza che il prossimo anno si possa tornare a commemorare i caduti in guerra tutti assieme.