CorrCan Media Group

Arpino, borgo meraviglioso con “Le delizie di Maria”

Arpino, borgo meraviglioso con “Le delizie di Maria”

Arpino, borgo meraviglioso con “Le delizie di Maria”

di Marco Scaccia

ARPINO – Care amiche e cari amici, è da un po’ di tempo che le pagine di questo giornale non ospitano più i miei articoli, non per mancanza di volontà o per mancanza di argomenti… qui da noi ormai dal 24 agosto scorso è tutto un tremare e raccontare fatti che, mai avremmo voluto vivere e raccontare.

Una sera per caso, in un momento di convivialità tra amici mi è stato chiesto come mai data la mia passione per l’enogastronomia non avessi ancora proposto degli articoli da pubblicare.

La mia risposta è stata: “non so, non ci ho mai pensato” preso come ero dal lavoro, dagli articoli di cronaca e da quelli di politica.

Appena tornato a casa, però, l’idea ha pian piano preso corpo e ho deciso che, qualora l’editore avesse ritenuto interessanti i miei articoli, avrei pubblicato delle “recensioni” su tutte le realtà locali che valorizzano e diffondono i nostri prodotti tipici, siano essi ristoranti, trattorie, aziende o cooperative.

Lo scopo non è quello di stilare delle classifiche, non è mio compito e non credo di averne titolo ma semplicemente vorrei portare con me il lettore alla scoperta di tutte quelle realtà imprenditoriali che fanno grande il nostro territorio, con la speranza che in uno dei vostri viaggi in Italia, possiate assaggiare quanto vi andrò a presentare.

Questo nuovo viaggio inizia con una visita alla città di Arpino meraviglioso borgo di origine Volsche, patria di Marco Tullio Cicerone e di Caio Mario, due grandi personaggi della Roma antica.

Dopo aver ammirato la torre medioevale detta di Cicerone, il castello Ladislao, porta Napoli ed aver goduto dei vicoli e dei paesaggi, mi sono recato presso “Le delizie di Maria” notissima pasticceria con il vizio del salato.

L’entrata del locale ”Le delizie di Maria”

Come siamo entrati siamo stati accolti da un ambiente che oggi si definirebbe vintage ma che io amo definire “come le case dei nonni”: cassettoni, cassapanche, madie.

Tutto mi riportava con la mente a casa di mia nonna.

L’atmosfera non è da meno, così come pure il personale che si è dimostrato attento e premuroso alle richieste dei commensali nonché preparato sulla composizione del menù.

Il loro menù degustazione è un trionfo di sapori e di colori, tutti rigorosamente stagionali.

Tre antipasti: carciofo con burrata, patate con tartufo e sfornato di porcini con verdure.

Due primi piatti: riso con zucca e fonduta di parmigiano e spaghetti al nero di seppia con sugo di polpo.

Per secondo del polpo alla griglia con cicoria e per finire un semifreddo alla mandorla.

Buonissimi gli antipasti ed i primi, mentre il giudizio sul secondo è viziato dall’essere sazio.

Le ”uova stregate”

Discorso a parte per i dolci… semplicemente magnifici. Se poi doveste passare di là, non potete non assaggiare le “uova stregate” vero must de “Le delizie di Maria” a primo sguardo delle vere e proprie uova sode, ma in realtà un dolce la cui ricetta è una rielaborazione ad opera di Maria della tradizionale ricetta delle monache di clausura.

Conto onesto e prima di andare via ho comprato un vasetto di confettura extra di amarene.

Tornarci è più di una promessa!!

(Mercoledì 9 novembre 2016)

Scarica “Arpino, borgo meraviglioso con “Le delizie di Maria””

More in Comunita`