CorrCan Media Group

Alzheimer, una serata per gli anziani italiani

Alzheimer, una serata per gli anziani italiani

TORONTO – Istituita nell’ottobre 2013, la Calabrian Benevolent Association of Ontario (CBAO) è composta da persone che condividono il desiderio di contribuire allo sviluppo della comunità nella nostra provincia.

“Con il mandato – si legge sul sito web calabrianbenevolent.com – di contribuire allo sviluppo del potenziale sociale e culturale nella comunità italo- canadese, ci proponiamo di essere apprezzati per le nostre iniziative caritatevoli e umanitarie”.

Poco dopo la costituzione dell’associazione i soci fondatori si sono impegnati, ad esempio, a donare 500mila dollari al nuovo Humber River Hospital, che è stato aperto il 18 ottobre 2015.

Il grande supporto è stato successivamente riconosciuto con una targa fuori dalla clinica cardiologica di quello che è il primo ospedale completamente digitale del Nord America.

Dopo questa bella iniziativa, da ormai cinque anni, la CBAO organizza “Una serata in Calabria”, evento di raccolta fondi per sostenere un programma di assistenza per gli anziani di origine italiana affetti da forme lievi del morbo di Alzheimer: quest’anno la serata si terrà giovedì 26 settembre presso il Fontana Primavera Event Centre.

“Il mandato della Calabrian Benevolent Association of Ontario è di avere un impatto molto positivo sulla società. Il CBAO Senior Day Program ne è un esempio. In partnership con il Costi Immigrant Services e sotto la direzione medica del dottor Giovanni Marotta, il programma a.ronta le esigenze sottoservite degli anziani italiani a.etti da Alzheimer e demenza”, dice il chair della Event Committee Sam Primucci nonchè presidente di Pizza Nova e collaboratore del Corriere Canadese.

Un programma, questo che che attualmente assiste circa 48 persone affette da demenza e Alzheimer nello specifico nel centro che si trova al 7730 Islington Avenue, che è un gesto di amore – se così si può dire – verso gli anziani di origine italiana.

«È risaputo che l’inglese acquisito come seconda lingua viene spesso dimenticato con l’avanzare della perdita di memoria: proprio per questo motivo il programma è in lingua italiana ed è disegnato per poter far rimanere gli anziani più a lungo in famiglia, lontano da ospedali e case di cura», spiega Primucci.

Cure amorevoli, esercizi fisici e mentali e socializzazione sono elementi importanti per mantenere la salute psichica e intellettuale delle persone affette dal morbo di Alzheimer – che è la causa più comune di demenza – allo stadio iniziale.

A seguire da vicino le attività offerte dal CBAO Seniors Day Program è il dottor Giovanni Marotta, uno dei pochi geriatri della Gta in grado di comunicare anche in italiano. Le attività e i programmi di sostegno vengono proposti agli anziani dalle 8:30 del mattino alle 4:30 di pomeriggio.

Oltre al pranzo le persone che prendono parte al “Seniors Day Program” della CBAO ricevono compagnia, fanno esercizi per prevenire le cadute, partecipano a workshop, praticano attività fisica e partecipano ad attività terapeutiche e ricreative. Sono proprio le ricerche a indicare che essere fisicamente attivi è importante per le persone con demenza.

L’esercizio fa bene alla salute sia fisica che mentale e migliora la qualità della vita. Inoltre, impegnarsi in attività fisiche può anche migliorare l’autostima e l’umore.

Per entrare a far parte del programma occorre soddisfare tre requisiti: avere dai 65 anni in su, essere di origine italiana ed aver ricevuto una diagnosi di morbo di Alzheimer precoce o di altre forme di demenza allo stadio iniziale. Sarà poi il personale del Costi che segue il programma a condurre una valutazione complessiva per determinare l’idoneità del candidato.

La serata raccolta fondi a sostegno del programma “CBAO Seniors Day” si terrà giovedì 26 settembre a partire dalle 6:30 presso il Fontana Primavera Event Centre che si trova al 77 Woodstream Boulevard a Vaughan.

More in Comunita`