CorrCan Media Group

A Toronto il XX Congresso intersezionale

A Toronto il XX Congresso intersezionale

TORONTO – Nel corso del XX Congresso Intersezionale che si terrà nella Capitale dell’Ontario, dopo la metà di agosto, saranno prese in esame e discusse le aspettative e le richieste delle varie sezioni degli Alpini del Nord America.

La Sezione Alpini di Toronto, guidata dal Presidente Gino Vatri, sta già alacramente lavorando per organizzare al meglio, il XX Congresso Intersezionale degli Alpini del Nord America che si terrà a Toronto sabato 17 e domenica 18 agosto. Vatri che in tutta questa organizzazione è il principale responsabile, ha il gravoso compito di assicurare a tutti coloro che sceglieranno di venire a Toronto, non solo di dare un’accoglienza adeguata, ma soprattutto di predisporre al meglio lo svolgersi di questa importantissima riunione.

Al Congresso che si terrà nei capaci e ottimi locali della Rizzo Banquet Hall, situata su Albion, a ovest dell’autostrada 27, sono stati invitati il Presidente Nazionale Sebastiano Favero e Marco Barmasse delegato ai contatti con le sezioni all’estero. L’arrivo di due tra i più important membri dell’ANA, è solo il primo esempio di come e quanto in Italia questo XX Congresso sia considerato, e quale sia anche l’importanza che i vertici dell’ANA diano a questo avvenimento.

Tornando al Congresso di agosto, Vatri ha non solo stilato il programma che coprirà interamente i due giorni di lavoro e che culmineranno nella serata di gala del sabato, la messa al campo, la sfi lata e il rancio di domenica pomeriggio. La Rizzo in pratica sarà il centro di tutta l’organizzazione. È stato redatto un sostanzioso e ottimo ordine del giorno che sarà la guida per tutti gli Alpini partecipanti al XX Congresso Intersezionale.

È certo che tutte le sezioni del Canada, New York e in particolare quelle della provincia dell’Ontario, parteciperanno attivamente, ed ogni gruppo che sarà presente, attenderà alle riunioni, esponendo i propri intendimenti e le proprie richieste. Certamente si parlerà del vivere in comune con gli scopi identici per tutti, che saranno quelli di approfondire e, se possible, migliorare ulteriormente i rapporti con la Madre Patria e le sezioni all’estero. È quindi logico pensare che anche tra di noi, che all’estero viviamo, vi siano quei rapporti di amicizia, collaborazione e lontani da ogni polemica che, alla fine, è sempre deleteria.

I delegati avranno la possibilità di esprimere le opinioni delle sezioni o dei gruppi che rapresenteranno, in modo che anche a Toronto vi sia la possibilità di godere di una tranquillità ed una collaborazione duratura. Al Congresso oltre che per i canadesi e per gli americani, l’invito è stato esteso anche ai gruppi e sezioni italiani e alle sezioni all’estero.

Il Comitato organizzatore della Sezione Alpini di Toronto

More in Comunita`